AMICI TORNEO PODISTICO 2020: PROSSIMA GARA IN PROGRAMMA

In anteprima il primo volantino della stagione 2020; le iscrizioni alla gara si apriranno a breve.

VOLANTINO GARA 1 2020 California start and go!

Online i risultati di:
Gara 45 – TAPASCIATA ALTO NAVIGLIO

Classifica rainbow aggiornata
Classifica trasparenza aggiornata


Aggiornamenti e news

News

AMICI TORNEO PODISTICO (stagione sportiva 2020 COME PARTECIPARE: Acchiappa La Busta)

Detto che la caratteristica che distingue il Torneo Podistico sono le gare nel bosco di bassa montagna, che: un pieno di ossigeno per i polmoni, sono avventura su sentieri sperduti nella fitta vegetazione, sono panorami stupendi che fanno bene allo spirito e ti lustri la vista, (purtroppo, visto le poche, però belle, da farci un pensierino? questo è poco ma sicuro. Dicevo, gare da rifarsi gli occhi, e visto la poca frequentazione delle donne in gara, fortuna che ci stanno almeno i panorami, adesso sparo cazzata? esatto, ispirata dalla canzone di Dalla RIP, che Dalla, attenzione, non è un consiglio, Dalla era e è stato un grande, uno dei più grandi e ispirati della musica e della canzone, un vero maestro e qui, visto la canzone, non dico arriva, ma l’ispirazione, dico viene dalla canzone Disperato Erotico Stomp … a star li a vedere lo stupendo panorama tutto attorno ti fa ingrossare la cappella …) sono sicuro che vai a ricordare quando il lunedì, rientrato al solito tran-tran lavorativo settimanale, sicuro che nello spogliatoio vai a raccontare di dove, del posto dove la domenica hai fatto la corsa, dove hai vissuto l’avventura. (non è la solita storiella del sono arrivato … ho beccato una bella sportina con dentro questo quello e quell’altro) Ecco, detto della bellezza dei posti che, altrimenti, e quando mai hai modo di conoscere, ah, tu pensi di andare in un bosco e di trovare il giro più bello alla prima volta? Carissimo, le gare del Torneo Podistico, saltano fuori da decenni e decenni di allenamenti sul posto di chi traccia il giro, ovvero, tu che vieni li alla gara, ecco, sei fortunato, alla prima volta che vieni li, hai già modo di fare giro bello, che più bello non so. Ecco detto di questo, dei bei posti, il Torneo Podistico è anche un gioco, dove alla stessa gara ci stanno dentro diversi giochi. Le gare del Torneo Podistico non finiscono arrivati al traguardo, terminato il giro, ogni gara va a alimentare sempre un nuovo gioco (… le notti non finiscono all’alba nella via … ispirata dalla canzone di uno amico di quelli dell’… molto simpatico e accattivante, che fa fare tanto share, che li fa guadagnare. A differenza delle gare del Torneo che fanno registrare share molto basso) Stamattina vado a introdurre di come sarà il gioco Acchiappa La Busta. Il gioco questo, quello più bello? non so, a me, è quello che piace di più. Visto il rodaggio della passata stagione sportiva, bisogna inquadrarlo meglio, bisogna dare un colpo al cerchio e un colpo alla botte. Trovare la quadratura e, trovarla subito dopo le prime gare è cosa che non è facile, magari si dovrà cambiare qualcosa anche nel corso dell’anno sportivo. Facciamo così, le prime gare vediamo di prenderle come un ulteriore rodaggio, poi vedendo gli aspetti belli e brutti, si adeguerà questa fase nel rispetto dell’economia del cassetto gara. Il Torneo Podistico siete voi che partecipate, siamo troppo piccoli, e nessuno ci, si può dire? nessuno ci caga. Non ci stanno contributi extra o sponsor compiacenti, siamo troppo piccoli, non portiamo tanti voti e non portiamo tanta visibilità a chi, magari, gli verrebbe di sfruttare la situazione -continua-

 

AMICI TORNEO PODISTICO (stagione sportiva 2020 COME PARTECIPARE: Le Combinate Colorate)

Anche il prossimo anno ci staranno le Combinate Colorate. Le gare di ogni singola Combinata Colorata servono per dare un punteggio al termine del ultima gara di tal Combinata Colorata, che poi questo punteggio si usa nella Rainbow Individuale, che logico, sarà aggiornata solo a fine Combinata Colorata, ogni cinque gare. Le combinate colorate sono ispirate dal bus dei Merry Pranksters un movimento formato da un gruppo di allegri mattacchioni, di amici dello scrittore Ken Kesey, con base in California, pionieri della fiolsofia Hippy. Questa filosofia si sviluppò nel periodo di transizione fra la fine della Beat Generation e i primi albori di un nuovo modo di vivere, stava mettendo le prime radici il movimento Hippie. Con i proventi del libro che aveva scritto: Qualcuno Volò Sul Nido Del Cuculo. Ken Kesey, con le palanche comprò un vecchio bus, di quelli che in California portavano i bambini a scuola. Poi lo colorarono e anche di tante immagini della nascente iconografia Hippy. Nell’estate del 1964, attraversarono gli Stati Uniti, da Ovest a Est, a bordo di quello scuola-bus tutto decorato con disegni psichedelici, e immagini tanto care al nascente mondo degli hippie. Questo viaggio è stato per rendere omaggio a un grande, un loro amico che aveva aperto la strada a tanti ragazzi e ragazze, aveva aperto la strada a un certo modo di intendere il vivere. Kesey comprò lo scuolabus per andare a trovare un amico di vecchia data, per andare a fare visita a uno degli spermatozoi che avevano fatto nascere la meravigliosa storia della Controcultura Americana, (che solo grazie alla mitica Fernanda Pivano, noi ragazzi italiani abbiamo potuto conoscere queste belle storie. Tra l’altro, anche se lei era innamoratissima di Gregory Corso, altro grande e mitico della Beat Generation, per me ha conosciuto anche carnalmente, oltre che Corso, anche Kerouac. Quei tempi era così, alla faccia dei benpensanti. Pensate che nel 1963, Fernanda intervistata da mamma Rai, nel parlare della Beat generation, pronucia anche la parola Marijuana, ebbene, per anni e anni che poi è stata censurata e bandita e non l’hanno mai più fatta apparire in tv di mamma Rai. Solo verso la fine degli anni settanta, quando i paletti della storia sono stati spostati in avanti, è stata riabilitata e con tutti gli onori. Devo dire grazie a tante donne, e una di queste è Fernanda, una di quelle che ha cambiato la mia visione del mondo) sto parlando di Jack Kerouac, per me lui è stato il primo di quella generazione (generazione che seguiva di decenni dopo la esaurita generazione e periodo della Gioventù Bruciata, quella di Francis Scott Fitzgerald, tanto per intenderci). Nelle tappe di sosta che facevano durante il viaggio, non intendo viaggio solo nel senso che si erano fatti di acidi, (che loro era cosa che facevano alla luce del sole, intendo “viaggi” di LSD, che a quel tempo non era ancora stata vietata) Ma intendo proprio fermate lunghe il percorso, che potevano essere di un giorno, come anche più lunghe, dipendeva dal atmosfera del posto dove si fermavano. Quando si fermavano e facevano sosta di tappa, improvvisavano anche concerti live, reading e jam session, e distribuendo anche LSD e gratuitamente. Insomma ne hanno “combinate” talmente tante che, è un miracolo che poi sono arrivati a destinazione. Quando sono arrivati da Jack Kerouac, ebbene, lui, da cafone, (anche il sottoscritto ha tanto del cafone, sono il primo a dirlo, è di carattere, che non è uno dei migliori che ci sono in commercio) non li ha nemmeno presi in considerazione, si può dire nemmeno cagati? E pensare che per loro era quasi un Dio. Poi, sullo scuolabus ci stava anche un suo fraterno amico. Anche chi era stato suo grande e fraterno amico. Quello che è stato il suo compagno di viaggio quando hanno attraversato l’America dal Est fino in California e solo in autostop. L’amico che poi è diventato il personaggio principale del suo mitico libro, sto parlando di On The Road. Sto parlando di Neal Cassady, che è stato uno dei tanti e mitici personaggi di un certo tipo di modo di vivere, sto parlando della  Beat Generation. Nel libro, sia Kerouac che Cassady, figurano con altro nome, Cassady, alter ego di Dean Moriarty, che Kerouac l’ha fatto diventare il personaggio principale del libro “Sulla strada . E che erano, che sono stati più che amici fraterni è fuori dubbio. Come quella volta che Kerouac andò a trovare Cassady in California e passò a casa di Cassady, e della di lui moglie, diversi mesi. Kerouac, in un intervista, parlando di quel periodo, ha detto: è stato uno dei più bei periodi della mia vita, senza far niente, bere buon vino e di bello che, spesso e volentieri c’era la moglie di Cassady che veniva a farmi il letto (ha usato queste parole ma avete sicuramente capito cosa intendeva) Certo, è un comportamento che i benpensanti non tollerano e non capiscono e condannano. Ma a quel tempo, li in California, per i precursori del nascente movimento Hippie, a quel movimento che tra le sue prediche ci stava l’amore libero, Peace Music & Love, ebbene, non è da stupirci che per quel movimento un tipo di comportamento così non faceva ne caldo ne freddo. Ecco, se si può dire dove finisce l’età della Beat Generation e inizia l’età del movimento hippie, si può dire senza ombra di dubbio o tema di smentita, si può dire che proprio, fine di uno e inizio dell’altro, è stato proprio quel viaggio su quello scuolabus decorato e colorato delle iconografie diventate dopo dei simboli di tal filosofia e modo di vivere. (questo è il mio terreno, il mio preferito, sono rimasto uno dei pochi e anche degli ultimi che può raccontare ancora queste storielle. Poi, tra qualche decennio, l’establishment, morti i testimoni, sicuro che cambierà a proprio favore le storielle del periodo più bello della civiltà occidentale)Merry Pranksters sono ritenuti tra i precursori e gli spermatozoi del movimento hippie. Ecco, e anche se già, l’avevo già postato, e anche lo scorso anno, ecco da dove viene l’ispirazione delle Combinate Colorate. Quest’anno, in questa fase si cambia qualcosa, visto che lo scorso anno è stata fase dove ci stava tanta sperequazione, tanto vantaggio alla partecipazione e poco alla qualità. Il prossimo anno diventano cinque per gruppo le gare di tal Combinata Colorata (non più quattro come lo scorso anno). La Combinata Colorata è importante, serve per fare graduatoria della Rainbow Individuale, la fase del gioco che regala la festa di fine anno a gratis e regala tanti premi. Si entra in graduatoria col punteggio migliore delle due gare delle cinque che ci stanno di tal Combinata Colorata. La prima fascia becca 5pt. (primi dieci) la seconda fascia becca 4pt. (altra fascia di dieci) le fasce di merito a seguire beccano 3pt. A questo punteggio si somma le volte che un partecipante è stato in gara di tal Combinata Colorata. Esempio: Un forte atleta, su cinque gare della tal Combinata Colorata, partecipa a due, ebbene becca 5pt. x due gare che totale fanno 10pt.+ becca altri due punti delle due partecipazioni, ovvero totale di Combinata = a 12pt. Il partecipante di bassa classifica, becca 3pt. x due + se partecipa a tutte e cinque le gare di combinata, becca cinque punti partecipazione, che totale, fa 11pt. Da qui si evince che, se non si è tra i top, meglio fare qualche servizio di Volontario, in questo modo si becca lo stesso e identico punteggio del primo della gara, ovvero, si beccano 5pt. E se si fa servizio di volontario una volta ogni cinque gare, per il partecipante di bassa classifica diventa così: 5pt+3pt.+5pt = 13pt. totale. Lo so che per tanti non è cosa semplice da capire, il gioco è un gioco nuovo, e se poi ci mettiamo che il tutto può raddoppiare, perché se si è in ordine di arrivo in gara con weekend di pioggia, il punteggio di fascia raddoppia. Però, non state li a scarpellarvi la testa, questo lavoro se lo sobbarca il sottoscritto. Su questo argomento, quello delle Combinate Colorate ci ritorniamo ancora. Un Abbraccio, Many Kisses, Vi Voglio Bene. CIAO (mauro)

AMICI TORNEO PODISTICO (stagione sportiva 2020 COME PARTECIPARE: La preiscrizione)

Le preiscrizioni, se a tante gare sono più che rispettate, nel senso che, a tante altre gare, logico che più blasonate, se non fosse null’altro che viaggiano su l’onda della tanto e martellante pubblicità. Dicevo, a tante gare non è raro vedere che ci sono già preiscritti e ancora un 1 mese prima della tal fantastica gara. Le preiscrizioni, sono da intendersi, sono un voler dare un piccolo contributo di collaborazione a chi organizza. Di solito, gli organizzatori, incentivano questa fase della preiscrizione nei più svariati modi. Si va dai pettorali gara personalizzati, a un risparmio sul contributo cartellino iscrizione, prevedendo gadget a corredo del pacco gara, e per ultimo, anche prevedendo una maggiorazione sul costo del cartellino iscrizione sul campo gara. Nel senso di correre dietro al detto, pèr fàghà capì bisògna tochài nel portàfòi, che tradotto, per fargli capire l’importanza, c’è poco da fare, devi andare a prendergli il denaro che hanno nel portafoglio. E sono tante le gare che prevedono maggiorazione del costo sul cartellino iscrizione a gara. In tante gare allestite in modo di guadagnare, ovvero, con tanta pubblicità, con tanti sponsor che hanno modo di riempire e fare un bel pacco gara e tanti bei premi finali, li non è più il contributo al piccolo organizzatore. Dicevo, la maggiorazione, la, a quelle fantastiche gare, la cosa così, cosa della maggiorazione e lievitazione costo cartellino iscrizione, è accettata da tutti, stessa cosa di presentare certificato medico sportivo, nessuno fa una piega. Anche al Torneo si è voluto sperimentare la cosa, ma che vuoi, nel immaginario collettivo, e magari, anzi, senza il magari, diciamo pure a ragione, li a applicare i 2€ di maggiorazione a chi faceva iscrizione sul campo gara senza essere titolare di tessera, già solo cosa così, non veniva accettata di buon grado da tanti. Ecco che, tirato via la spinosa storia della maggiorazione del cartellino iscrizione, il prossimo anno introduciamo la regola (cosa che non va a toccare il portafoglio). Non una regola che va a toccare il portafoglio, ma una regola che, se rispettata, va a regalare un benefit (quando scrivo questa parola, chissà perché, la mente va subito a the Jehtro Tull, a Ian Anderson. Ma un giorno racconterò anche questa storiella, magari col sito nuovo, corredata anche di qualche photo al riguardo) Ovvero, solo chi avrà avuto accortezza di fare la preiscrizione, potrà partecipare al gioco di tappa, quello che facciamo a fine gara, si, giocare alla fase Fortunose Chiappe. Poi, come lo scorso anno, a chi farà preiscrizione, ancora più in anticipo, per loro, un bel regalo. Ovvero, ai primi venti preiscritti, che certificati da e-mail, per i più “mattinieri” anche il biglietto ingresso alla Palestra California. Un omaggio questo, che vale più di 10€. Sicuro che si potrebbe evitare la fase preiscrizioni, si potrebbe evitare caricando di più di lavoro da sbrigare sul campo gara, in modo di dar da fare di più lavoro ai Volontari li al tavolo iscrizioni. In pratica, è libera scelta, quella del minimo di collaborazione alla fase iscrizioni, oppure, sbattersene, arrivare li a l’ultimo momento, tenendo impegnato il tavolo iscrizioni fino a l’ultimo secondo. Non è la stessa cosa consegnare il numero gara, oppure, consegnare il numero gara dopo aver preso tutti i dati che servono, nel secondo modo, il volontario ci perde un po’ di tempo, che sommato, va a far perdere tempo anche agli altri che sono li in fila perché non preiscritti. Buona botta che, l’attesa non è mai tanta, nel senso che le gare, le nostre gare degli Amici Torneo Podistico, sono gare snobbate, con pochissimi partecipanti, e anche li al tavolo iscrizioni la cosa non diventa un problema, un ostacolo insormontabile. Già dalle prime gare staremo a vedere se si riuscirà a assegnare le due buste, quella da 20€ ai non competitivi, quella di 40€ ai competitivi. Nel senso che per assegnarle, i non competitivi devono aver partecipato almeno in venti. Stessa cosa dei competitivi che devono aver partecipato almeno in quaranta. Non conta se preiscritti o no, conta quello che ci sta sul registro di partenza e sul ordine di arrivo, poi, logico, la busta va a giocare (assegnata) con due dei partecipanti che hanno avuto l’accortezza di fare preiscrizione. Un Abbraccio, Many Kisses, Vi Voglio Bene. CIAO (mauro)

AMICI TORNEO PODISTICO (stagione sportiva 2020 COME PARTECIPARE)

Allora, una volta che si è arrivati sul campo gara, avendo anche l’accortezza di non lasciare oggetti di valore a portata di mano, esatto, a portata di mano del solito cercatore di portafoglio, il quale, mentre voi non ci fate caso, segue tutte le vostre mosse, vi tiene sott’occhio di cosa state facendo. Questo tipo di cercatore di portafoglio non lo becchi, ha scuola e di sicuro è anche camaleontico. Dicevo, arrivati sul campo gara, vi recate li al tavolo iscrizioni e a vostra scelta, fate il cartellino iscrizione che ritenete adatto al vostro modo di interpretare la corsa podistica in programma. Nel senso che il prossimo anno semplificheremo e ancor di più. A quelli che arrivano in gara, quelli alla mordi e fuggi, quelli che non stanno a aspettare la fase premi a sorteggio, offriamo, introduciamo, per loro, per questa categoria di partecipanti, anche il cartellino iscrizione ridotto, ovvero, al contributo simbolico di 2€. Questo tipo di iscrizione, oltre al ristoro sul campo gara, (però il bicchiere te lo devi portare da casa) non accede a nessuna altra fase a premi e riconoscimenti previsti a quella gara. Intendo buono caffè, intendo premi a sorteggio, intendo il gioco Fortunose Chiappe, intendo entrare nella lista dei partecipanti. Nel senso che, vieni li, contribuisci con 2€ (contribuisci almeno al ristoro) e fai la tua corsa come meglio ritieni di fare, e finita li. Poi, ci sta anche l’altro cartellino iscrizione, esatto, quello a contributo intero. Il cartellino iscrizione a contributo intero comporta di contribuire con 5€, sia che fai la competitiva, sia che fai la non competitiva. (stessi diritti, stesse opportunità, stesso contributo) Cartellino iscrizione intero, vuol dire che quando ci sta il buono caffè, questo lo usi li al bar dove facciamo campo gara. Non solo, ti viene consegnato anche un numero di gara, un numero di gara che serve unicamente per i premi a sorteggio e per distinguere i competitivi dai non competitivi. Con questo numero hai delle chance, tutto dipende da come vuoi partecipare al gioco del Torneo Podistico. Nel senso che, se hai fatto la pre-iscrizione, ti mettiamo il numero abbinato al tuo numero di pettorale, lo mettiamo in un piccola urna, specifica, per i partecipanti che hanno avuto l’accortezza di fare la pre-iscrizione. Prima di iniziare la fase premiazioni, estraiamo due numeri fortunati (questa fase del gioco si chiama Fortunose Chiappe) e i due numeri estratti, uno che vale solo per la competitiva e l’altro che vale solo per la non competitiva, quei due numeri estratti beccano la busta valore che, per i competitivi pesa 40€. Mentre per i non competitivi pesa 20€. Queste buste vengono assegnate se il numero dei pre-iscritti a questa bella e simpatica fase del gioco, è minimo di, ci stanno n°40 preiscritti alla competitiva e minimo, ci stanno n°20 preiscritti alla non competitiva. Fatta questa estrazione, i numeri non estratti rientrano in gioco, vengono inseriti dentro nell’altra urna di quella fase del gioco che assegna i premi a sorteggio. Di solito, mediamente, sono una ventina di premi a sorteggio, premi a sorteggio di natura che ben avete avuto modo di conoscere lo scorso anno. Intendo, gadget del negozio della bella e sexy cinesina e anche prodotti del solito supermercato. Però, c’è un però, per essere in regola con il gioco si deve essere titolari della tessera del Torneo Podistico, (quella che è valida 365 giorni e che tanti e tanti di voi, sono già titolari, già hanno in mano) non è cosa obbligatoria, puoi fare la tua gara anche senza tessera, se vai a premio sei premiato, ma, se non sei titolare della tessera degli Amici Torneo Podistico, sei escluso da questa simpatica fase del gioco. Non è cosa complicata, il volantino di presentazione della gara è più che chiaro. Logico che, se vuoi iscriverti alla fase competitiva del gioco, entrare nel ordine di arrivo e in classifica, meglio che mi porti anche il tuo certificato medico sportivo valido. Questo se vuoi entrare in classifica, perchè per giocare, possono giocare e beccare i premi finali in palio, intendo quelli di fine anno sportivo 2020, il gioco e il punteggio lo beccano anche i partecipanti non competitivi. (partecipanti quelli senza visita medica) Nel senso che, seppur per beccare questi premi di fine anno, hanno vantaggio i partecipanti competitivi, di solito, è la partecipazione, il maggior numero di partecipazioni che fa sempre la differenza, e come anche quest’anno, anche i partecipanti non competitivi hanno beccato bei premi. Ricapitolando, arrivate li sul campo gara e fate la vostra scelta, 2€ oppure 5€ e siete iscritti. Altra cosa che mi stavo dimenticando, alla prima gara che fate vi regaliamo un bicchiere, e diventa per sempre vostro e personale, e a tutte le gare usate quello, quello o un’altro che vi siete portati voi da casa, che poi ve lo riportate indietro. Quest’anno si cerca di ridurre un po’ di plastica usa e getta, e poi, se ti sei dimenticato il bicchiere a casa, o non vuoi bere dal bicchiere del tuo amico, te ne diamo uno di quelli usa e getta, però, te lo diamo in cambio del tuo numero di gara, nel senso che, poi sei fuori dalla fase estrazioni a sorteggio. Non è che con queste due stron…, pardon, queste due sbrodolate, si ha la pretesa di esser riusciti a far capire e comprendere, in fatto della fase iscrizioni, intanto è un inizio, poi il gioco, chi vuol giocare sicuro che lo capirà man mano, strada facendo e, prima si capisce meglio è per il partecipante. Bicchiere, Buste, Premi, Gadget, Sexy Cinesina, si bel gioco, tutto bello, però, mai bello quanto i tanti giri che ci stanno al Torneo Podistico. Se il Torneo Podistico è andato avanti e fino a adesso e senza grandi premiazioni, il merito è solo per la bellezza dei posti e la bellezza dei giri che ci stanno. Un Abbraccio, Many Kisses, Vi Voglio Bene. CIAO (mauro)

AMICI TORNEO PODISTICO (stagione sportiva 2020 COME PARTECIPARE)

Detto che sulle corse podistiche incombe una tassa, ovvero, l’osservanza del rispetto della visita medico sportiva, che poi tra l’altro è cosa non chiara a cosa si riferisce tutto ciò. Caro stato, mi spiace, ma vedo che sei poco a conoscenza di tante cose, e ancor meno in fatto di corse podistiche. Caro stato, ti piace a esser poco chiaro e a esser molto farraginoso, più che altro molto ambiguo, in fatto di corse a piedi. Non dici chiaramente cosa si intende per corsa competitiva. Non dici chiaramente cosa intendi per corsa non competitiva. Non dici chiaramente se anche a gara non competitiva serve oppure no vista medica. Caro stato, le gare podistiche di oratorio, fuori filiera Coni, cosa sono? Che regole devono rispettare? Possono partecipare a queste gare di oratorio o di beneficenza, o sagre paesane, e così via, se si premiano i primi tre, possono partecipare anche podisti con tessera Fidal? Vedi come sei poco chiaro? Vedi che per organizzare gare su sentiero di montagna usi lo stesso metro che usi e imponi per una corsa ciclistica su strada? Vedi che non sai distinguere la differenza tra una corsa podistica da una corsa ciclistica? Vedi che non sai distinguere una corsa podistica su strada da una corsa podistica su sentiero di bassa montagna? Vedi caro stato che prima di emanare leggi che sono tutto e il contrario di tutto, se non vere e proprie castronerie, perché invece di stare li a sentire chi non pensa altro che a come curare la propria immagine per acchiappare voti (come certe signore e signori di certi partiti, a spese dei contribuenti) perché non provi a sentire cosa hanno da dire i podisti e le podiste e, soprattutto, i piccoli organizzatori? Non i grandi delle maratone, (a quelli gli dai tanto aiuto, aiuti di stato) ma ai piccoli che sudano e senza chiedere da te, stato, il minimo aiuto, i quali piccoli organizzatori, hanno sempre paura e timore di sbagliare. Paura di sbagliare a causa della tua poca conoscenza e pochissima chiarezza. Noi del Torneo Podistico, siamo tra questi benemeriti piccoli organizzatori di corse a piedi e solo per hobby, non siamo quei grandi organizzatori, quelli delle famose maratone e maratonine, quelle piene di sponsor e contributi statali, con pool di avvocati a coprirgli le spalle. Dico, è così difficile stabilire una regola chiara e precisa? Ovvero, a corsa non competitiva, è obbligatoria o no la visita medica sportiva? (stato, non venirmi a dire che ai 50mila della Stra… o ai 30mila della Maratona di R… e così via, non venirmi a dire che non sai che la metà dei partecipanti la iscrivono e anche senza visita medica. Tanto partecipano alla fase non competitiva, e anche alla fase delle famiglie) Perché se in tutte le fasi che chiamiamo non competitive è obbligatoria anche la visita medica, tutte le gare di oratorio, o quasi, e tante di quelle di beneficenza, chi partecipa, nessuno o quasi ha la visita medica sportiva, e chi ce l’ha, è perché tanti sono partecipanti con tessera Fidal, e dunque, per regola Fidal, tassativamente, non potrebbero nemmeno iscriversi e partecipare. Lo vedi caro stato come sei poco chiaro, molto farraginoso e tanto ambiguo? Cordiali Saluti da parte di un piccolo organizzatore e solo per hobby, e per gioco, esatto, un operaio, un dilettante per passione. (mauro)

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Se prosegui nel sito accetti i cookie nostri e di terze parti. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi