PROSSIMA GARA IN PROGRAMMA

Per iscriverti alla gara, visualizzare la mappa del punto di ritrovo e altre informazioni clicca sul titolo della gara o sul volantino

Gara 30 – TROFEO O.R.A. COUNTRY RACE

volantino gara 30 ORA country race amici torneo podistico 2019

Online i risultati di:
Gara 29 – Erano gli anni Run

Combinata blue depression (gara 25-28)
Classifica rainbow aggiornata
Classifica trasparenza aggiornata


Aggiornamenti e news

News

TROFEO O.R.A.  COUNTRY RACE

Arrivati sulla ciclabile di Pontenove, si sta sulla ciclabile e si prosegue sulla ciclabile fino nei pressi del cimitero di Molinetto, li ci sta attraversamento e si prosegue sulla ciclabile dall’altra parte, lato del cimitero (quando ci passi con le tue gambe dal cimitero è anche buon segno, segno che non è ancora arrivata la tua ora. Non c’entra con O.R.A., lo sponsor della gara, ma nel senso che non si è ancora arrivati alla fine del Big Game della vita) si continua stando dentro la pista delimitata da linea bianca continua e fino dove sulla nostra sx vediamo una sbarra, sbarra che da accesso nei campi circostanti. Da quella sbarra ci siamo già passati con una gara due anni fa. Usciamo dalla stradina che sta a lato del caseggiato e andiamo a immetterci su via Colombo. All’innesto con via Colombo andiamo a sx direzione Santellone. La strada non è molto battuta, però, attenzione, aprite gli occhi, qualche auto sicuro che circola,  e anche se sto davanti a fare apripista in bici, posso solo che esser d’aiuto ai primi, non certo a chi è dietro. Poi va da se che ci stanno anche i Volontari Movieri. Facciamo via Colombo e fino all’innesto con via Donizetti. Arrivati a via Donizetti, li a dx, passiamo il maneggio e andiamo a prendere, a sx, la sterrata di via Boccaccio, direzione via Vespucci e, passato il ponticello, direzione della sterrata di via Santellone, direzione c.na Boschetta. Tutta strada sterrata e fino a Fenilazzo (di Fenilazzo ho anche storiella da raccontare, più che storiella, una pappardella, una sbrodolata. Però, non stasera, magari domani sera) Arrivati a Fenilazzo, seguiamo la strada sterrata in direzione della cava. Arrivati alla cava, sulla sx, ci sta, parte la caedagna, facciamo tutta la caedagna, che misura 1km giusto giustento. La caedagna termina nei pressi di una cascina (al momento non mi viene, esatto, il nome) Li sui piedi della cascina ci passa anche uno dei percorsi cicloturistici di Bedizzole. Arrivati li, svolta secca a sx, direzione Azienda Marchesini (quella che ci ha fornito i tre buoni e gustosi salami dello scorso anno), però, arrivati sulla stradina asfaltata, non andiamo in direzione della Azienda Agricola Marchesini, svoltiamo a dx, in direzione Pontenove. Attraversamento di via Pontenove per andare sulla ciclabile, e li, svolta a sx, direzione Molinetto. Direzione del traliccio, il famoso traliccio che abbiamo già fatto in andata. Li dove ci sta il traliccio è località Giazza. Arrivati alla Giazza, facciamo al contrario il primo kilometro, in direzione O.R.A. Auto & Service. Altri aggiornamenti a domani. Un Abbraccio, Many Kisses, Vi Voglio Bene. CIAO (mauro)      

TROFEO O.R.A.  COUNTRY RACE

Questa che facciamo in casa di O.R.A. è ancora tappa di pianura, che più pianura di così. (nemmeno un cavalcavia, nemmeno un sottopasso, una tappa tutta in campagna) La partenza è quella, la solita, quella della gara serale della prima edizione, quella dove la famiglia Gheda, a tutti i partecipanti, ha regalato una confezione di farina gialla, della qualità di farina che si macina a Bedizzole e, seconda solo, alla famosa e nota e gustosa Farina di Storo. Allora, ritornando alla gara, partenza dal piazzale antistante la “Ford”, si gira a sx su via Trebocche, in direzione campagna di Pontenove. Si va fino al traliccio. Dalla partenza al traliccio dove passa la ciclabile di Pontenove (che è la ciclabile BS/Desenzano), è 1km giusto giusto. Tenetelo presente, perchè, oltre al primo, è anche l’ultimo km del giro. (l’ultimo km del giro è lo stesso primo km, ma fatto al contrario) Arrivati sulla ciclabile, questa volta cambiamo, questa volta giriamo a dx, stando sulla ciclabile, giriamo in direzione di Molinetto -continua- 

MELANIA: GRAZIE

In tempo record sono arrivate anche le funny photo di Melania. Grazie Melania. Anzi, un doppio GRAZIE e un doppio BACIO. Non se ne trovano molte di persone che trovano anche un po’ di tempo da dedicare anche agli altri. E le persone che trovano anche un po’ di tempo da dedicare agli altri, sono anche persone un po’ speciali. Se poi ci mettiamo che Melania, al pari degli altri Volontari, è da tempo che lo dedicano. Dedicano un po’ del loro tempo per farci divertire. Sicuro che le funny photo sono cosa che piacciono. Lo dicono i visitatori del sito, più che la classifica, sono le funny photo a essere “cliccate”. La cosa, così, inventata sui due piedi da Melania, per portare un po’ di allegria nella “comunità” dei partecipanti alla gara, è diventata la cosa più gradita da tutti e in tutta Italia. Non penso che gli oltre 600 visitatori che visitano 44 SCATTI, sono solo della provincia di Brescia. Per me, Melania ispira anche tanti visitatori che sono sparsi nei luoghi più disparati della nostra penisola. Sotto gli occhi del conteggio visitatori, che le funny photo, sono anche quelle che hanno fatto fare un salto, hanno fatto impennare, forse non quello, ma il numero degli scuriosatori, quello sicuro che si impenna quando sono pubblicate le funny photo. Melania, a nome di tutti noi scuriosatori, oltre a un sincero GRAZIE, 1 affettuoso BACIO sulla guancia. Detto di Melania, non posso non dire di altre due situazioni. Sono due novità, sono due gare in Valtrompia. La prima è la gara di Enrico e Andreina, la nuova gara che disputeremo il 25 di agosto a Sarezzo, la gara “SARACE  trail de C.O.C.C.” (Castello / Obertello / Cagnaghe / Casole) Sarace è una contrazione, uno slang delle due parole: Sarezzo Race. Non so di chi la bella ispirazione, ma devo fare proprio i miei complimenti. Non è da tutti sintetizzare in una parola sola il concetto di una situazione, di un evento. L’altra novità riguarda una gara che faremo a Concesio, il 22 settembre. La gara più importante del Torneo Podistico 2019, la gara dove si assegneranno le buste e le maglie di Campione di Corsa in Montagna del Torneo Podistico. La gara è ispirata dalla squadra delle TIGRI, una gara in memoria, in ricordo del loro amico: Piero Pasotti RIP. Tanti non hanno avuto modo di conoscerlo, però, noi che lo abbiamo conosciuto, che lo abbiamo incontrato a tante e tante gare, non possiamo che avere un gran bel ricordo di Piero. Nonostante la differenza di età, lui di una decina di anni e più, ebbene, nemmeno nei miei periodi di forma atletica migliore, mai gli sono arrivato davanti in una gara. Piero era uno degli atleti, è sempre stato uno degli atleti più forti della sua categoria. Anche i figli, Cristian e Luca hanno seguito la passione sportiva del loro papà. Con Piero, altra cosa ci accomunava, ai tempi, suo figlio Luca e mio figlio Maurizio erano atleti di spicco nelle categorie giovanili. Mi ricordo di un episodio, a una gara a Roncadelle, Luca va talmente forte, che l’apripista, nemmeno s’era accorto che gli stava davanti. Sta di fatto che a una deviazione sbaglia, e Maurizio, si trova su piatto d’argento, il regalo di Luca. Poi c’è da dire che, l’organizzazione ha ammesso il proprio sbaglio e ha premiato anche Luca. Di queste due novità delle due gare ne parlerò più avanti. Un Abbraccio, Many Kisses, Vi Voglio Bene. CIAO (mauro)

ERANO GLI ANNI RUN

Anche questa è andata, e questa un pochino meglio come partecipazione. Purtroppo come già ne avevo parlato un po’ di tempo fa, i costi assistenza ambulanza in gara sono lievitati. Adesso come adesso, il pareggio di bilancio a gara è con, e minimo, n°65 partecipanti, siamo passati da n°45/50, siamo passati a n°65/70. Questa cosa della levitazione dei costi è cosa che si dovrà rivedere. In pratica, il costo ambulanza, così come è adesso, va a incidere dai 2,5 ai 3€ ogni partecipante, cosa che il Torneo Podistico, è di logica, non può sostenere. Logica dice di tagliare il costo medio a partecipante (nel senso, che, di questo andazzo, il cartellino iscrizione a gara serve, solo o quasi, a pagare l’ambulanza) Se non si riesce a far abbassare la media quota ambulanza, portarla a 1,5€ a partecipante, diventa tutto più difficile, più complicato. Ci stanno solo due modi per far abbassare la media, il primo è trovare servizio ambulanza a 100€, ma questa, è cosa che, sicuro non si riesce. La cosa dove c’è margine di miglioramento, rimane la cosa che porta a fare maggiore cassetto. Il maggiore cassetto lo si può fare anche nei due modi più intuibili, (escludendo eventuali sponsor) ovvero, aumentando il costo del cartellino iscrizione, oppure, aumentando il numero dei partecipanti. Capite anche voi che sono entrambe e tre le soluzioni, sono soluzioni impraticabili. Nel senso che, due di queste tre soluzioni, non dipendono dal sottoscritto (ambulanza e partecipazione) L’unica cosa che rimane, restando così la media partecipanti, è aumentare il costo cartellino iscrizione? Poi, mi domando, visto certificato medico, visto scarsità di partecipanti, ci stanno meno persone che compongono quei gruppi di ciclisti che si riuniscono nel weekend a fare allenamento collettivo e su strada trafficata e non controllata da volontari di servizio, perchè in situazione del genere, per il gruppo di ciclisti non è obbligatorio l’ambulanza? perchè? Perchè un servizio ambulanza, caro legislatore (che forse non conosci la differenza che passa tra un gruppo in bici e una fila indiana a piedi?) se in gara di quaranta persone che corrono a piedi è obbligo ambulanza o medico gara, di quattrocento persone è la stessa cosa? non cambia niente? perchè? Caro legislatore, non sei chiaro, non sei chiaro per niente. Caro legislatore, lasci molto spazio alla interpretazione del giudicante di turno e, si sa che, nello sport, l’interpretazione, spesso e volentieri, lascia sempre qualcuno scontento. Detto questo, detto della problematica legata alla fase burocratica che ci sta legata alla sicurezza, la fase di pronto soccorso al partecipante, che poi sulle strade è un bollettino di guerra quotidiano, questa situazione peggiora di continuo, proprio e grazie a smartphone e social. Ma li la cosa sembra essere accettata da tutti, il destino. La gara, vi ricordate della strenna natalizia di qualche anno fa, di quando parlavo del perchè i triathleti hanno una marcia in più, vi ricordate? ecco, anche questa mattina la cosa la si è vista. Nicola Tellaroli, da forte triathleta che è, ha fatto primo posto e gli altri triathleti in gara si sono classificati nelle primissime posizioni. Carissimi, se esistono dei super atleti, questi non possono che essere quelli del triathlon. Altro che i centometristi che non sono capaci di tenere botta alla sforzo, una specialità dove 10”, e poi? tutto finito. La gara già dopo dieci secondi è finita. Chiamateli specialisti, ma per favore, altra cosa è essere atleti. Atleti? vuol dire sudare e faticare. Nei 100m piani non ci sta nemmeno l’acido lattico, ditemi voi. Tanti giornalisti sportivi non sanno nemmeno dove sta di casa lo sport. Sono gli stessi che, un giocatore è il più bravo perchè segna tanti goal. Adesso, dopo la sbrodolata, parto coi ringraziamenti. GRAZIE a: Comune di Calcinato e Polizia Locale di Calcinato, (pratica burocratica snellita al massimo, senza passare da uffici, che per il sottoscritto sono ore di permesso lavorativo. Stato fatto il tutto con posta certificata e via telefonica) GRAZIE a Volontari dl Garda (ambulanza, questo anno è la quarta volta che ci danno aiuto assistenza) GRAZIE ai Gestori del bar G&B (ospitalità)  GRAZIE ai Volontari di Servizio: Milena, Pierangelo, Maurizio, Andrea, Enrico, Diego Mariele, Andreina, Melania, la bici di Fiore. (iscrizioni, ristoro, movieri, photo, classifiche, fine gara, recupero segnaletica) Poi, logico, GRAZIE a tutti Voi 57 PARTECIPANTI che avete fatto il giro della gara, che siete il sale della gara. CINQUANTASETTE GRANDI GRANDI GRAZIE (beh, l’ultima volta che abbiamo fatto gara qui eravamo la metà quasi esatta). Questa mattina c’è stata la novità delle calze tecniche griffate Amici Torneo Podistico. Il podio maschile: 1° Nicola Tellaroli / 2° Davide Fattori / 3° Giorgio Ragni. Il podio femminile: 1° Lia Tavelli / 2° Monica Pont Chafer / 3° Elena Mattu. Le squadre non hanno beccato. Bella la sorpresa, quella di vedere anche la partecipazione di tanti non competitivi, una ventina, più o meno. Classifiche & Affini, tutto pubblicato. Un Abbraccio, Many Kisses, Vi Voglio Bene.CIAO (mauro)

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Se prosegui nel sito accetti i cookie nostri e di terze parti. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi