Aggiornamenti e news

News

PANORAMICO VALTENESI & TRAILRUNNING DELLE PALAFITTE

Il posto si trova a 3200mt. dalla uscita dalla tangenziale per Salo’, uscita Soprazzocco. Tenete direzione Muscoline, poco prima di S.Quirico, (logico, per chi arriva da Muscoline, poco dopo S. Quirico direzione Soprazzocco) c’è anche un cartello che indica Agriturismo IL BOSCO, però è un po’ nascosto. Come ho detto domenica scorsa anche a Carla: cliccando sul volantino della gara, vi esce anche la cartina stradale della zona, con tanto di tempo di percorrenza da casa vostra.

PANORAMICO VALTENESI & TRAILRUNNING DELLE PALAFITTE

Questo giro, per me, diventerà il giro che vincerà la gara del percorso più bello del 2018. (2016 ha vinto Panoramica Golfo di Salo’ Running / 2017 ha vinto Dieci Passi Intorno al Castello di Drugolo) Per me batterà il record che ha fatto registrare lo scorso anno la gara di Drugolo. Questa sera ho avuto la  conferma anche dalla Chiara, anche a lei, questo giro piace tantissimo. (da be e bella che Chiara e Johnny frequentano questi posti per fare allenamento, però questo giro, cosi, come l’ho tracciato, non l’hanno mai fatto) Chiara diventa anche preziosa collaboratrice domenica prossima, essendo l’unica, oltre a me, a conoscere il giro, mi darà una mano a fare, domenica mattina prima del via, di fare giro di ricognizione. Metà giro, l’altra metà spetta a me. Daniele, ci porterà a metà percorso, poi, Chiara andrà all’arrivo, e io, ritornerò alla partenza. Mentre Daniele, rimarrà li, a metà percorso a fare servizio ristoro. Alla chiesa di S. Pietro in Lucone, a segnalare il percorso, spero di riuscire a mettere una persona, magari metto Mirto, un carissimo amico che frequenta la Palestra California (viaggiamo sulla stessa lunghezza d’onda, anche lui aspirante chitarrista, anche lui amante della moto custom, possiede una bella Harley Davidson, anche lui non ama il bricolage casalingo) Pierangelo, due servizi in una volta, fine corsa e recupero cartelli segnaletici di direzione. Enrico e Andrea, tre servizi, attraversamento strada dei laghi, zona residence Panorama, e ritorno ancora su strada dei laghi, questa volta, al ritorno troveranno anche Chiara a dare una mano, che, finito il mezzo giro di ricognizione, si fermerà all’attraversamento. Poi, tutto il giro, nel bosco e sottobosco, nessun volontario. Li fanno anche gare di endurance a cavallo, nessun volontario, solo fettucce. Ecco, a questa gara, per segnare il giro, molto probabilmente, si va via solo che di fettucce, le famose balisse nostrane? quelle della “mutua”? esatto, le solite, quelle di carta colorata. Un problema c’è, e non è indifferente, sul giro si trovano tre capanni di caccia, non so come è che sarà. Due si può bypassarli, pero, si perde molto di panoramicità. Nel senso che si deve eliminare il sentiero in cresta, quello che fa vedere buona parte del lago di Garda, Rocca di Manerba, Isola di Garda, Isola dei Conigli, Penisola di Sirmione. Eliminando il sentiero in cresta, di panoramicità, resterebbe solo il passaggio dal residence Panorama. Mentre stavamo correndo il giro della gara, a Chiara è venuta ispirazione, un’altro bel giro che ci sta dentro in quella zona, però, con partenza da Agriturismo Il Grano. Magari il prossimo anno, con Chiara e con Johnny, andiamo a vedere la fattibilità, perchè poi, quella zona offre tante alternative, sia di location che di percorso. Questa sera 12km tutti di un fiato, poi, in gara, la assale l’ansia e gli manca il respiro, e fa fatica a fare 6/7 km, sto parlando di Chiara. Ritornando al giro Panoramico Valtenesi & Trailrunning Delle Palafitte, di asfalto c’è n’è poco poco, e quello che c’è, è stradina ciclabile, il tratto che dalla chiesa di S. Pietro, va in direzione della Basia di Puegnago del Garda. Altro breve tratto, solo qualche centinaio di metri la salita che porta al residence Panorama. Il tratto più brutto è la salita della strada dei laghi, qualche centinaio di metri verso la fine della gara, poche centinaia, ma con curve cieche, ecco il motivo che li saranno in tre a segnalare agli automobilisti di prestare attenzione. (ma anche voi, li, vi raccomando, attenzione) Su dodici km del giro, dove si vedrà qualche auto è quello verso la fine della gara, per il resto è tutto sentiero o strada sterrata, solo cavalli o quelli della mountain bike. Un Abbraccio, Many Kisses, Vi Voglio Bene. (mauro)

MELANIA: GRAZIE

La gara, gli scatti fotografici sono quella cosa che fanno durare nel tempo il ricordo di una gara. Non ci fossero gli scatti fotografici, la gara andrebbe nel dimenticatoio, presto, molto presto. Inutile che stia a rimarcare il prezioso contributo di Melania in questa fase del Torneo. Provate a immaginare come sarebbe ricordare la gara senza il prezioso contributo di Melania sul campo gara. MELANIA, a nome di tutti gli “scuriosatori” di 44 SCATTI, UN GROSSO BACIO e GRAZIE DI TUTTO CUORE (photo della gara pubblicate, date una sbirciatina)

GIRO DELL’ISOLO DEL CHIESE

Anche questa è andata. Questa è andata così così. 57 GRANDI GROSSI GRAZIE. I competitivi in classifica n°39, dei quali, sono n°13 i bei dolci e gustosi zuccherini, quelli che ti danno modo di lustrarsi la vista, di rifarsi gli occhi. Sarà forse per questo che, Claudio, l’ottico specializzato nel risolvere problemi con la vista, è venuto a vedere come è ste storia? Ciao Claudio, sai che se non sparo cazzata, esatto, non son contento. (Claudio è un mio categoria, questa mattina c’era anche un’altro mio categoria, Andreino, il papà di Alessandra. Ai tempi, quante battaglie in gara noi tre, sto parlando di venti anni fa più o meno, loro due un gradino più su, più forti, però, a volte, qualcosa riuscivo a beccare, qualche volta davanti a loro ci arrivavo) Grande aiuto l’ho avuto dai Volontari di Servizio, in primis, SVA Sopraponte, che oltre al servizio assistenza, questa mattina, anche movieri. Carlo, (il patron dell’Agriturismo Cascina Combattuta) scusa se ti abbiamo buttato giù dal letto alle sei di mattina. Lo sai che mi sono affezionato a questo posto, da qui devo partire almeno con 1 gara all’anno, perchè tanti a farmi i complimenti del posto. Ma il merito è solo che tuo e dei tuoi famigliari e collaboratori. Sergio, il papà del giro, dopo aver svolto servizio apripista (dopo che nei giorni precedenti ha sbrigato altre cose inerenti al giro) non si è fermato (non si ferma mai al dopo gara, non c’è verso che riesca a convincerlo di rimanere un poco sul campo gara) GRAZIE a Enrico (è arrivato presto ha visto il posto dove posizionare i volontari e alle 8, 30 ha portato tutti ai loro posti) e a tutti gli altri volontari: Carlo, Daniela, Franca, Andrea. La gara? Claudio Chiarini (mi ha lasciato chiarito) già dopo 2km, aveva già netto vantaggio sui due più immediati inseguitori (Baldassarri e Serlini) Tra le donne, Monica, forte nelle gare di montagna? Monica, è forte su qualsiasi terreno, questa è stata gara senza nemmeno una salita, nemmeno un cavalcavia, eppure ha fatto quinto posto assoluto (0,89 di performance gara assoluto compreso gli uomini. Negli ultimi anni non mi ricordo di aver registrato performance gara di questo alto livello. Forse, alle gare del Torneo, seconda solo dietro la Nadia Ejjafini) Coi punteggi in uso al Torneo, se usati anche questa mattina, avrebbe eguagliato il record punti, record che già detiene, che è già suo con 635pt. gara. Poi, la Lorenzoni, tanto di cappello, se a 61’anni mi fa terzo posto tra le donne, questo la dice lunga, molto lunga dell’atleta che è e che è stata, la dice lunga sulla sua caratura atletica (il salto di qualità l’ha fatto quando si è affidata, esatto, per i programmi d’allenamento si è affidata a Vittorio. Vittorio era li questa mattina, è ancora fermo ai box, mi sa che un po’ della sua “grinta in gara” l’ha ceduta a Maria. Non mollava, ne so qualcosa, domandate a Enea, di una avvincente volata in un miglio su strada a Rodengo Saiano, parlo di preistoria delle corse a piedi. Ne so qualcosa perchè a farne le spese a quella gara sono stato io. Siamo in dirittura d’arrivo, mancano 300mt. all’arrivo, aumento, convinto di essere più forte, lui mi risponde a sua volta accelerando, tra me e me, ma cosa vuole fare? allora adesso aumento ancora e gli faccio vedere, lo ri-supero, lui ancora a rispondere, una cosa cosi fino sulla linea d’arrivo, dove a passare per primo è stato lui. Grande volata, beh, quel miglio ho speso più energie di una gara di 10km. Bei tempi bei ricordi) Ecco, due atleti, specie Vittorio, che di corse a piedi di classifiche di tutto quello che è inerente alla gara, per, così, per leggerezza? non si sono beccati la borsa sportiva O.R.A. Auto & Service, con tanto di integratori. Maria aveva dei bei Jolly da giocare, ma non li ha giocati. Stessa cosa si può dire di Daniele, che non è secondo a nessuno per quanto riguarda conoscenza della corsa a piedi, anche lui, stessa cosa, se giocava Jolly, la borsa sportiva era sua. Tra l’altro, sarebbe stato anche il punteggio più alto. Poi, atleti che giocano Jolly, ma non si presentano in gara. Ben ha detto questa mattina un atleta, la cosa è troppo complicata, gli atleti non sono abituati a queste cose, di sommare punti e cosi via. Sono stati abituati che, ogni gara ha storia a se, se vai bene becchi, altrimenti devi provarci la prossima gara. Nessuno è stato abituato a programmare, è già tanto se, guardano il sabato dove andranno a gareggiare la domenica. Perchè spesso e volentieri, lo decidono proprio all’ultimo momento. Di questa cosa sicuro che ne prenderò atto, a me piace veder “giocar bene”, quando vedo che si “gioca male”, mi cascano le braccia. Anche perchè, cosa cosi, chi me lo fa fare di stare ore a fare calcoli se poi agli atleti non glie ne può fregar di meno? La colpa è stata mia, mi son lasciato prendere la mano, la stessa cosa che è avvenuta nel settore della musica rock, dove, progredendo, progredendo, tanti a non più capirla (ispirata da una canzone di Giorgio Gaber) La maggioranza degli atleti vuole solo che correre, non vuole stare li a casa a fare anche calcoli. La loro preferenza sono le categorie, più corte sono di fascia di età meglio è. Più le premiazioni di categoria sono lunghe, per loro, meglio è. Questo è sotto gli occhi di tutti, ma non erano sotto i miei, che credevo che … ma sbagliando. Nella musica di genere rock, si è passati da diversi stadi (non fatemi fare la storia) fino ad arrivare, ad un certo punto, al “progressive”. Una cosa per palati fini, non da tutti. Ecco che, musica sempre più impegnata, di grande spessore, andava contro la conoscenza musicale e alla voglia di musica orecchiabile della grande massa. Ecco che, cosa cosi ha portato a un contrasto, a una rottura. Di quel periodo, anni ’76 ’77 prende forma un nuovo modo di fare musica, elementare elementare, non bisognava nemmeno essere bravi musicisti, anzi, meno eri bravo, meno eri virtuoso, meglio la cosa funzionava. Ecco che era nato il genere Punk. (però Iggy Pop faceva già un bel po’ di anni prima musica così, faceva già punk e non lo sapeva?) Il genere Punk era cosa ridotta all’essenziale, per far capire: se una canzone che durava 5/6 minuti, col punk si riduceva il tutto, suonando molto più velocemente, si riduceva a 3 minuti. La peculiarità del Torneo è l’essenzialità, (una data, un giro, un orario di partenza, dei premi) però, col passar del tempo, e senza accorgermene, mi sono incamminato in cosa sempre più complicata, dove bisognava fare calcoli, col risultato di: cosa che non è stata capita da tanti e tanti e cosa che mi ha fatto lavorare di calcolatrice con lievitazione di tempo dedicato a questa cosa. Phil Collins, va in contrasto con Peter Gabriel (si sto parlando dei Genesis, che con King Crimson, antesignani del rock progressive. Tutte due le band, visti live, qualcosa ne so) Ebbene, Phil, spingeva per una musica più orecchiabile, due della vecchia band lasciarono, e Phil, ha avuto mano libera, da quel momento comandava le scelte musicali della band. Sta di fatto che, nel ’86, tre date a fila allo stadio Wembley, tutte e tre le date col tutto esaurito, musica orecchiabile, quello si che ha fatto fare cassetto ai nuovi Genesis, non il rock progressive. (con “disperazione” di quelli della mia generazione) Ecco, questo per dire che, non sono le cose belle, quelle che piacciono alla massa. Alla massa piacciono le cose che capiscono, quelle facili e orecchiabili (intuitive da subito) Detto questo, il Torneo? il Torneo non si avvierà su strada orecchiabile, quella strada che guarda al cassetto. (anche perchè qualsiasi cosa farei, logico che, rimarrei, n’è più e n’è meno, fuori dal giro che conta. N’è più n’è meno qualsiasi cosa, sarei snobbato dalle Majors, a prescindere. Oramai questa è cosa che mi porterò sempre dietro, e devo dire che son un po’ anche contento di non diventare un Genesis seconda maniera) Anche perchè il prossimo anno, o si è titolari di tessera ASI, o non si gioca. Anche perchè si accetterà un limite massimo di iscrizioni. Il prossimo anno, come limite massimo, ci fermiamo a 90 (la paura) partecipanti a gara, logico, precedenza ai pre-iscritti (come al mercato, dove si fa la spunta. Qualcosa ne so, sono stato anche un ambulante, preistoria) Chiuso con la pappardella, ritorno alla gara. Le classifiche son pubblicate, magari vuoi vedere che ci sta anche qualche svista? sarebbe un favore che si fa al gioco se la notate e lo comunicate. Il podio della gara maschile è questo: 1° Claudio Chiarini 37’14” / 2° Massimo Baldassarri 38’25” / 3° Davide Serlini 39’10”. Il podio femminile è questo: 1° Monica Pont 39’45” / 2° Alessandra Seghezzi 41’58” / 3° Maria Lorenzoni 46’19”. Un Abbraccio, Many Kisses, Vi Voglio Bene. CIAO (mauro)

 

TORNEO PODISTICO 2019 LE GARE (ricordo che, al momento, solo che bozza, può darsi che, nei prossimi mesi, diverse gare a scambiarsi di data)

1

california start & go

2

corrida di nuvolento

3

lumache a spasso tra le cascine

4

… erano gli anni run

5

cucchetto mountain run

6

trail  di valverde collina

7

survivor & trail a case vecchie

8

èl giro dei tre de butisì

9

trail cavalcata delle contrade di muscoline

10

rally del bosco

11

survivor & trail in cariadeghe

12

welcome sottonuvole trail

13

giro di s. martino

14

corsa del dragoncello

15

giro di selvapiana

16

the monte maddalena history trail

17

monte dragone adrenalinico trail & survivor

18

lemon 46 trailrunning

19

3 campanili di botticino run

20

cavalcata delle valli del marmo

21

cronoscalata della nottola run & bike

22

easy trail del bosco di città

23

belmonte running

24

almici running

25

parco airone nice place nice race

26

panoramica golfo di salo’ running

27

monte magno off-road

28

regogna trail starlight

29

valtenesi panoramico & trailrunning delle palafitte

30

cariadeghe off-road

31

dieci passi al castello di drugolo

32

criceto run by night 

33

remember franco volpi run tribute

34

canto del gallo run

35

california country race

36

trail adventure sul sentiero dei ciclamini

37

mai senza l’altro

38

giro dell’isolo del chiese

39

trofeo o.r.a. auto & service

40

valverde classic race

41

giro del montenetto

42

tapasciata dell’alto naviglio

43

daniel run by chiara

44

campagnola bella run

45

giro di s. andrea

46

camminando & correndo dove nasce il naviglio

47

california road run

ISPIRATA DAI VOSTRI SUGGERIMENTI: BOZZA REGOLAMENTO 2019

TORNEO PODISTICO 2019 (tesserati ASI Nazionale)

L’Associazione Amici Torneo Podistico, sono persone accomunate dalla stessa passione, e che praticano lo stesso hobby: La Corsa a Piedi, e che spontaneamente si sono aggregate. Per rendere più giocosa questa passione e questo hobby, organizzano un circuito gare denominato Torneo Podistico. Ogni gara è una tappa con un numero a seguire. Per rendere più coinvolgenti e appassionanti queste tappe si assegna un punteggio gara a ogni partecipante titolare di tessera ASI – Amici Torneo Podistico. Punteggio che determinerà una graduatoria di merito in fatto di premi sociali. Il numero e la sede delle tappe che compongono il Torneo Podistico 2019 possono variare per eventuali problemi organizzativi, ovvero, autorizzazioni negate e quanto altro … Tutti possono partecipare, unico vincolo: se si vuole entrare in classifica, essere in possesso di certificato medico sportivo valido, che comprovi l’idoneità alla corsa a piedi.

Glossario

Tessera ASI Nazionale = è cosa che ha un suo costo. Cosa che è stata fatta per tutelare chi vuol giocare e serve in caso di patito infortunio durante la corsa podistica (poi è sempre la compagnia assicuratrice che decide il diritto a eventuali risarcimenti, di sicuro non possono decidere gli organizzatori, che più di fare tessera che serve a copertura, di più, non possono fare)

Titolare Tessera ASI Nazionale (Associazioni Sportive e Sociali Nazionali) rilasciata da AMICI TORNEO PODISTICO = il partecipante che ha consegnato, obbligatoriamente, visita medico sportiva valida, leggibile, e relativa quota tessera. Sono pochi euri, spesi bene. (fare la tessera del Torneo, sarà da previdenti? sarà forse da sciocchi fare la tessera a copertura di eventuale infortunio patito in gara? una bella copertura assicurativa per pochi €, non è mai da sciocchi)

Amici Torneo Podistico = associazione di persone appassionate della corsa a piedi, che di loro spontanea iniziativa hanno dato vita a un calendario di corse podistiche, organizzando anche un bel gioco con la corsa a piedi.

Torneo = è un bel gioco, è circuito di corse podistiche a tappe e che assegna dei punteggi e dei premi a ogni tappa.

Tappe = corse podistiche competitive e non, a passo libero, e che rientrano e omologate: circuito gare AMICI TORNEO PODISTICO (sono gare sociali, obbligo di tessera ASI. La tessera si può fare li sul posto a un costo agevolato e la tessera dura 365 giorni a partire dal giorno di emissione)

Atleti = persone titolari di tessera ASI, che vuol dire: persone che sono in possesso di certificato medico sportivo che comprova la loro idoneità a praticare la Corsa a Piedi e si sono iscritti per fare il giro della tappa camminando o correndo, a passo libero.

Tesserati = ovvio, titolari della tessera AMICI TORNEO PODISTICO.

Finalisti = i primi 22 classificati della Combinata Rainbow Individuale, senza distinzione di età e di sesso e se hanno disputato a almeno 22 tappe, a fine anno, vengono premiati. Fanno testo le classifiche di tappa.

Pre-Iscritti = atleti che hanno capito che questa è prassi che aiuta entrambi, aiuta gli organizzatori, aiuta le squadre e aiuta gli stessi atleti. Ovvio che poi, se pre-iscritti, e a fronte di mancata partecipazione alla tappa, si decurtano 300pt. in Combinata Rainbow Individuale.

Iscrizione il Giorno Gara = vuol dire che, si accetta, e si, l’iscrizione il giorno della gara. 

Squadra = è gruppo di atleti, logico, che hanno fatto la tessera ASI – AMICI TORNEO PODISTICO e che di comune accordo hanno formato una squadra, rigorosamente, con nome di fantasia. Come per i finalisti, anche la squadra, se vuole accedere alle premiazioni finali, deve essere presente in classifica di: almeno ventidue tappe.

Trasferimento = è ammesso trasferimento di atleti da una squadra a l’altra anche a Torneo in corso. 

Delega = è cosa logica, si accetta delega ritiro premio. Detto questo, non mettiamo un limite alle deleghe. 

Premessa = Ovvio che, il gioco, per diventare bello, deve prevedere anche premi belli. Ovvio che, essendo il TORNEO autofinanziato dagli stessi partecipanti e tesserati, i premi belli, si possono fare solo se c’è classifica di tappa interessante. Ovvio che, se non c’è classifica di tappa interessante, i tesserati che giocano non hanno colpe. Per questo motivo, per mediare alle due situazioni, si deve tracciare una linea che separi. La linea è subito tracciata, e è questa: i premi, come di seguito previsti e annunciati, questi premi sono garantiti a patto che si registri una cosa, una classifica mediamente interessante. In caso di mancato quorum partecipazione richiesto, si andranno a modificare sia la quantità che la natura dei premi.

Classifica Mediamente Interessante = Per classifica mediamente interessante, risulta dalla classifica di tappa. prendendo le 40 tappe con classifica più corta, se la media delle 40 tappe con classifica più corta è dai n°100 classificati in su, ok, tutto a posto. I premi sono confermati, punto per punto. Diversamente, se la media non arriva ai cento classificati? per forza di cose, si va a modificare anche le premiazioni di tappa e finali. Si seguirà andamento di premiazione in base alla media gara effettiva.

Premi Finali Squadre = media n°140 1° 4000€ / 2° 2000€ / 3° 1000€ media n°100 1° 3000€ / 2° 2000€ / 3° 1000€ media n°70 1° 2000€ / 2° 1000€ / 3° 500€ media sotto n°50, premi di varia natura, ovvero, le sportine, le scatole, le sacche.

Costo Cartellino Iscrizione a tappa = sei euri (6€) è il costo cartellino iscrizione competitivi, a singola tappa, in questo modo suddivisi: 3€ del cartellino sono destinati ai premi, (1,5€ del cartellino, vanno a formare il jackpot che riempie le buste finali della Rainbow, quelle riservate alle prime tre squadre classificate e 1,5€ del cartellino destinato ai premi di singola Tappa. Che poi non sarà il cartellino, ma sarà il numero del pettorale gara, di volta in volta, sempre pettorale gara nuovo. Non sono mica i 10 cent di n°1 pettorale gara a mandare in crisi il Torneo, che moltiplicato n°100 pettorali a gara, quanto fa? esatto, fa 10€. Dieci euri a gara non cambiano l’andazzo del Torneo, ma si spera che, oltre a facilitare il tavolo iscrizioni, facilitino anche al momento di fare ordine di arrivo) 1€ del cartellino è destinato ai Volontari Ambulanza. 2€ del cartellino destinato alle spese correnti che servono a organizzazione della tappa. Ritornando al jackpot di tappa, se teniamo buona la media tappa di n°100 atleti in classifica, sicuro che, a ogni tappa, fa anche 300€ destinato ai premi. Ebbene, questi trecento euri si spaccano a metà, (si dividono a metà) 150€ a tappa, vanno alle squadre, nel jackpot riservato alle tre buste finali della Rainbow (alle prime cinque gare di rodaggio è cosi, per far capire la sfumatura del gioco di tappa, poi, se ci sarà da aggiustare il tiro, aggiusteremo. Nel senso che, le buste tappa non possono mangiarsi il premio di tappa dei singoli, cosa che con maggior partecipazione, si riesce a accontentare sia squadre sia i singoli) Con classifica che mediamente fa registrare n°100 atleti a tappa, i 6000€ Rainbow Squadre non sono fantasia. Calcoliamo? la metà di 300€ è 150€ x 40 tappe media = 6000€ che sono esattamente le tre buste (3000€ / 2000€ / 1000€) o no? L’altra metà riservata al montepremi, va sempre destinata alle Squadre e ai singoli Atleti, ma come premio di tappa. Ovvero, a ogni tappa, non è fantasia che le prime tre squadre, che risultano da una particolare classifica, si beccano 50€. In ipotetico e quanto mai improbabile caso di eccedenza dei 150€? ovvero classifica più lunga di n°100 classificati? in questo ipotetico caso, dopo aver tenuto conto anche del costo del montepremi riservato agli Atleti in premiazione, l’eccedenza va solo che alla prima squadra di questa speciale e particolare classifica. (nel senso che, il secondo e il terzo posto di squadra, beccheranno sempre 50€ come cifra massima) Nel caso che, non si raggiunge classifica di tappa lunga n°100 classificati? in questo e meno ipotetico caso, si dovrà diminuire anche il rispettivo montepremi di tappa e, se classifica più corta di un tot numero, il premio tappa riservato alle squadre è castrato, eliminato, non si assegna. Però, agli Atleti, il premio tappa è sempre garantito, fa fede il volantino di presentazione della gara che è pubblicato nella home page di questo sito (volantino pubblicato su altri siti web non fa testo, nel senso che, altri siti web pubblicano di tutto, ma poi si dimenticano di pubblicare anche le rettifiche o i cambi che nel frattempo sono intervenuti a modificare tal volantino pubblicato in precedenza. Sicuro che ci sono siti web che si interessano di corsa a piedi, e che sono seri e corretti, però mi premeva precisare la cosa, perchè sicuro che anche il prossimo anno si assisteranno a variazioni e sicuro a Torneo in corso) 

Rodaggio = sicuro che, può essere di dover aggiustare il tiro, per questo motivo, le prime 5 tappe, sono considerate un banco di prova, dove non si starà a cavillare più di tanto. Le prime 5 gare sono molto importanti, servono per vedere se c’è e di quanto c’è da aggiustare il tiro, ma visto che il gioco è un gioco nuovo, queste gare di rodaggio servono anche per consentire ai nuovi atleti di iniziare a conoscere il nuovo gioco e iniziare pure loro a giocare. Logico che, anche ai nuovi va dato un po’ di tempo per iniziare a conoscere le sfumature che ci stanno nel gioco, o no?

Regola o Norma Mancante = eventuali situazioni particolari, o carenze, o sbagli organizzativi, o cose non contemplate nel regolamento, l’ultima parola spetta a l’arbitro del gioco, spetta al sottoscritto.

FASE BUROCRATICA

1) Il Torneo è associazione affiliata a Eps ASI Nazionale, che a sua volta, è ente riconosciuto dal CONI. (detto questo, è più che logico che si devono rispettare le norme che regolano tale affiliazione. Tra queste normative ci sta anche l’obbligo, per l’organizzatore, di accertarsi se, chi si iscrive alla gara è in possesso di visita medica sportiva valida. Non è il Torneo, è voler portar rispetto per le regole)

2) Le gare hanno regolare copertura di Polizza Assicurativa RCT, che ASI Nazionale ha stipulato a nome e vale per tutte le associazioni che sono affiliate ad ASI. La tessera personale ASI rilasciata da AMICI TORNEO PODISTICO, (non obbligatoria per gli atleti occasionali) è altra e ulteriore e importante copertura assicurativa personale e copre malaugurato e eventuale infortunio patito in gara.

3) La tessera del TORNEO ha la durata di 1 anno e ha un suo costo, a seconda se si è atleta libero o se si è atleta di una squadra che partecipa al TORNEO

FASE SQUADRE

1) Le squadre, al momento di comunicare la registrazione del nome, devono nominare un loro capitano e due vice (tre dirigenti, solo a loro si consegneranno in mano le eventuali buste valore. Da qui si evince del perchè si voglia, è per forza di cose, che almeno 1 dirigente deve sempre essere presente in classifica. Non è per sfizio, quando c’è in ballo il …) Non è imposto il limite massimo di numero atleti componenti la rosa della squadra. Si possono reclutare atleti fino a l’ultima tappa. Le cose fatte (e anche reclutamento e tessera. Nel senso che, può darsi che atleta occasionale, decida li, al momento, sui due piedi, mentre fa cartellino iscrizione, già che è li, decida di fare anche la tessera del Torneo in modo da portare i suoi punti a una tal squadra. Questa cosa è accettata, logica dice che, se aumenta il numero degli atleti, aumenta anche il jackpot, il vantaggio, oltre a squadra che si dà da fare, il vantaggio va anche all’andazzo del Torneo) prima della partenza valgono per la tappa. Le cose fatte dopo la partenza? valgono a partire dalla tappa successiva. 

2) Le squadre, per entrare in classifica di tappa, devono essere composte solo da atleti titolari di TESSERA del TORNEO (fatta eccezione per i Volontari e fatta eccezione per le gare di rodaggio) e devono essere composte da minimo n°10 atleti dirigente compreso, e in aggiunta, (oltre ai dieci in gara) obbligo di assegnare compito di Volontari Servizio Gara a almeno n°2 persone, questo a ogni tappa (fatta eccezione le gare di rodaggio). Questa cosa la chiamiamo: Gate, ovvero, il passaggio obbligato per validare la gara della squadra. Diversamente, anche se con tanti e tanti atleti in gara, anche se si totalizza miglior punteggio tappa, ma se poi, carenti dei due Volontari Service, la squadra viene eliminata dalla classifica di tappa. (se si deve sudare, più siamo a sudare, meno si suda. Stessa cosa di gioire, di godere, meglio se si gioisce e si gode entrambi. Il bello è giocare non solo con la lingua, non solo a parole)

3) Per le squadre, ci stanno due classifiche ben distinte. La prima riguarda la CLASSIFICA di TAPPA, premiata a fine gara, premiate le prime tre. La seconda riguarda la classifica RAINBOW finale, (premiate le prime tre) la quale Rainbow, è fatta di due parti: da 1 classifica Regular Season (passano il turno le prime tre) e da 1 classifica Girone Finale

a) CLASSIFICA di TAPPA: Si privilegia la quantità, mista a un po’ di qualità. Si tengono buoni i primi 50 arrivi, senza distinzione di età e di sesso, (nella Rainbow vantaggio femminile, nella Tappa vantaggio maschile) non si guarda la posizione di classifica, nel senso che chi è arrivato primo, conta n’è più e n’è meno, come gli altri che sono arrivati dietro. Dopo la conta, la squadra che nei primi 50 ha messo dentro più atleti, risulterà 1° posto e, beccherà la busta valore di 1° posto. (in caso di parità? vantaggio a squadra con atleta meglio classificato) Riassumendo: Gate + Best 50 = Classifica di Tappa

b) REGULAR SEASON: sono le prime 40 tappe. Questa prima parte si chiama: Regular Season. Questa è fase altrettanto importante per le squadre, determina le tre squadre che passano il turno e che, andranno, ripartendo tutte e tre da zero punti, andranno a giocarsela nel Girone Finale (poi, una volta che si è arrivati li, il pallone è rotondo). Il punteggio in questa fase è così composto: Gate (ovvero, almeno 1 dirigente + 2 volontari, se manca questo requisito, squadra fuori classifica) + quantità (numero totale dei presenti in classifica di tappa, compreso i volontari, più volontari di tal squadra a fare “service”, logico, che è più vantaggio. A mio parere personale, per beccare a fine anno, contano molto di più i Volontari che gli Atleti, se qualche squadra avrà problemi a qualche tappa, sarà per mancanza Volontari, non per mancanza Atleti. Da questo si evince che, squadra composta da una trentina di camminatori che si alternano a fare servizio, sicuro che avrà la meglio su squadra di una trentina di atleti che amano solo che gareggiare, e è da capire: l’atleta, non si allena tutta settimana per poi, la domenica, fare il Volontario Servizio Gara) + pt.qualità (ovvero, n° degli atleti in classifica di tappa nelle prime venti posizioni) + pt. atleti (che è la somma del punteggio di tappa di tutti gli atleti compreso i volontari) Per quanto riguarda i tre parametri in questione, a ogni parametro, si assegna un punteggio a scalare, (con nuovo sistema: 10 > 8 > 6 > 4 > 2 > 2 > 2 e cosi via) poi si fa la somma dei tre parametri, dalla somma dei tre parametri risulta una unica classifica. Dopo questa somma la classifica diventa così: 1° posto 10pt / 2° posto 8pt. / 3° posto 6pt. / 4° posto 4pt. / altre posizioni 2pt.

c) GIRONE FINALE: è la fase finale della Combinata Rainbow, (sono le ultime tappe, prima della tappa finale, quella della festa) sono le tappe dalla n°41 fino alla penultima tappa compresa. Queste ultime tappe sono chiamate GIRONE FINALE. Accedono al Girone Finale le tre squadre con punteggio più alto in Regular Season, calcolo compreso dei n°4 Jolly Lucky di 20pt. ciascuno. Al Girone Finale, cambia una cosa, cambia che, oltre ad aver azzerato il tutto, il punteggio è portato solo dagli atleti che hanno già gareggiato, e minimo, a ventidue (n°22) tappe di Regular Season. Mentre per la classifica di tappa a squadre, quella di giornata, per quella, vale la prassi usuale. (per la tappa, vale anche il punteggio del tesserato, li, al momento, il giorno stesso della gara) Per quanto riguarda il criterio di punteggio, è il solito della Regular Season. A parità di punteggio, sia di tappa che finale, (non ci può stare parità, n’è di tappa n’è finale, logico, per via delle buste valore) vantaggio alla squadra messa meglio in Regular Season, e in ulteriore parità, vantaggio alla squadra con atleta meglio classificato

d) JOLLY LUCKY, ogni Jolly e sono n° 4, regalano 20pt. ciascuno I Jolly Lucky sono quattro tappe Regular Season estratte a sorte, beccano tutte le squadre che sono presenti in classifica di tappa estratta a sorte. (stessa cosa è per l’individuale)

e) JOLLY SCORE, sono i punteggi delle prime cinque tappe, ovvero, che ricordo, sono anche le tappe di rodaggio. Il Jolly Score è la stessa cosa che avviene nel gioco delle carte, funge allo stesso modo, dove, ad esempio, a Scala 40, il Jolly può sostituire qualsiasi altra carta da gioco. Nel Torneo, il Jolly Score, può sostituire qualsiasi altro punteggio di qualsiasi e eventuali altre Combinate. (nel senso che al momento non si sa ancora se ci staranno e in che gruppi saranno suddivise)

f) RODAGGIO è la fase delle prime cinque tappe, in questa fase vale di più il sentore dell’arbitro che il regolamento. (non si sta a cavillare, decide l’arbitro. E anche per il fatto di consigliare a atleta ignaro, di fare tessera del Torneo e il conseguente accasamento con una squadra, che si ritiene, a lui più adatta, o anche per aiutare squadra che in quella tappa manca di qualche atleta per fare: dieci in classifica. Stessa cosa dei Volontari di Servizio, se una tal squadra non va in classifica per mancanza di n°1 Volontario? stessa cosa, alle prime cinque gare, ci sono dei Volontari Jolly, che di volta in volta, aiutano una squadra e un’altra volta aiutano un’altra. Alle prime cinque gare di “rodaggio” è cosi. Che fai, vedi squadra che è ferma a otto/nove atleti e se c’è l’opportunità, non gli inserisci uno o due atleti di quelli nuovi, di quelli che si sono iscritti li, il giorno della gara? e che del Torneo nulla sanno. Più siamo a giocare più bello diventa il gioco. Vediamola come una cosa per bilanciare il gioco, logico che, alle prime tappe, gioco sbilanciato, e di molto, dalla parte delle squadre che già conoscono tutte le sfumature che ci stanno dentro. Poi è di logica che un potenziale nuovo atleta va a cercare di accasarsi con la squadra più forte, la Major, quella favorita a beccarsi il primo posto, quello che regala la busta valore più succulente. In queste prime cinque tappe la decisione dell’arbitro è inappellabile)

FASE ATLETI

1) La tessera ASI “griffata” AMICI TORNEO PODISTICO (che ricordo: Amici Torneo Podistico è una aggregazione spontanea, una associazione, e, il Torneo sono solo che gare sociali) viene rilasciata dietro consegna di fotocopia del certificato medico e si pratica costo dimezzato per gli atleti che gareggiano per squadra registrata al TORNEO con nome di fantasia. (Costo intero per gli atleti liberi. Non ha senso giocare senza squadra. Si comunicherà prima di inizio Torneo il costo della tessera. Due anni abbiamo fatto tessera a gratis e è stato flop. Lo scorso anno, 2017, si faceva tessera d’ufficio, anche a chi non interessava giocare col Torneo, risultato? più e più di un centinaio, le tessere fatte, e più di un centinaio quelle mai state ritirate, quelle che adesso usiamo come tagliando buono caffè. Quest’anno? anche quest’anno, 2018, tessera a gratis, ma si deve versare cauzione, nel senso che, minimo, si deve partecipare a cinque gare, se si vuol che la cauzione venga restituita. Però, questa cosa della cauzione ha creato al tavolo iscrizioni solo che problemi su problemi. Non avendo numero adeguato di volontari, per seguire questa fase, la cosa, cosa cosi è stata come un boomerang che ha colpito al tavolo iscrizioni la burocrazia del Torneo. Col 2019, si cambia, la tessera viene rilasciata solo a chi è interessato a giocare col Torneo, e è già una bella cernita. La cosa che è stato introdotto un costo, permette, e sin da subito, di vedere chi interessato e chi no, a giocare col nuovo gioco. Logico che chi è interessato a giocare col Torneo, sicuro che trova, si dà da fare per trovare anche una squadra, che non è solo un modo di pagare tessera la metà, ma la tessera è cosa che dà, oltre a valore aggiunto, è un tutelarsi, un mettersi in sicurezza. Il valore aggiunto è il piacere di giocare con la corsa a piedi in tutta sicurezza di copertura assicurativa. Il costo della tessera, per chi vuol giocare e si è accasato con una squadra che si è registrata, è costo dimezzato, nel senso che, se poi l’atleta non partecipa almeno a n° 5 tappe, sarà la squadra stessa a versare il conguaglio dell’altra metà del costo tessera. Questo è un modo per responsabilizzare i dirigenti della squadra e gli stessi atleti. Cari dirigenti: tirar dentro si, ma state attenti, tirate dentro chi vi garantisce almeno cinque tappe, altrimenti? altrimenti l’altra metà della tessera, a fine anno sarà addebitato alla vostra squadra) Per gli atleti, per qualsiasi atleta, accasarsi con una squadra già alla prima gara che si partecipa, è sicuramente vantaggio.

2) Iscrizione a gara: ogni tappa prevede anche la possibilità di pre-iscrizione. La pre-iscrizione regala vantaggio sia all’atleta che alla squadra e facilita l’organizzazione.

a) Entro il Giovedì prima della gara di Domenica vale bonus di 100pt.

b) Entro il Venerdì prima della gara di Domenica vale bonus di 50pt.

c) Entro le ore 16 del Sabato prima della gara di Domenica zero bonus (il servizio pre-iscrizioni chiude alle ore 16 del sabato. Alle ore 16 di giovedì quando è gara serale)

d) Iscrizione con maggiorazione di 2€ il giorno della gara si rientra in “situazione del Sabato” (ovvero, punteggio si, ma, zero bonus. Cosa che è stata introdotta per venire incontro a squadre con atleta o atleti che si sono liberati da impegni solo a l’ultimo momento. In questo modo non si perdono i punti dell’atleta. Nel 2018, per lo stesso motivo, a diverse tappe, qualche squadra, a non conteggiare punti di atleti di caratura, perchè? perchè atleti non pre-iscritti. Per ovviare a questa antipatica situazione è stata adottata, e anche qua al Torneo, la maggiorazione. Magari, a toccarli nel portafoglio … Che poi, logico che sarà la stessa squadra a mettere mano al portafoglio. Che fai, rischi di lasciar fuori atleta di caratura? rischi di non beccare busta di tappa?)

e) Iscrizione senza maggiorazione il giorno della gara si accetta (è sempre stata accettata) ma, e ripeto, (repetita iuvant) non si beccano punti, svantaggio per s’è stessi e per la squadra.

3) Per la classifica RAINBOW INDIVIDUALE, si tiene conto di pt.età (doppio gli uomini, triplo le donne) + pt.crono + pt.bonus femminile + pt.bonus pre-iscrizione. Ci stanno anche 4 punteggi Jolly Lucky, di 1000pt. (ogni Jolly regala 1000pt. individuali), a chi presente in classifica di tappa fortunata. (l’estrazione dei Jolly Lucky, sia individuale, che a squadre, avverrà durante le premiazioni di tappa n°40) Inoltre, si assegna n°1 Bonus Service Individuale, e questo bonus, vale 5000pt. e solo per la classifica finale RAINBOW INDIVIDUALE (comunicare la disponibilità di servizio almeno, almeno 1 mese prima di tal gara scelta, come gara, per beccare Bonus Service. Questo per vedere se è data libera o se data già prenotata da altri atleti. Che fai, corri il rischio di avere in una gara una cinquantina di volontari e, in tante altre tappe, avere tanta e tanta penuria di addetti service?)

4) CLASSIFICA DI TAPPA: le premiazioni seguono l’andazzo, il gradimento, il numero dei cartellini venduti. (a qualsiasi corsa competitiva e non, beneficenza e non, si vendono i cartellini iscrizione e noi del Torneo siamo quelli che ne vendiamo di meno. Datemi voi la spiegazione di questa cosa, da qui si evince che, probabilmente sono giri di corsa a piedi meno importanti? meno belli? meno premiati? meno pubblicizzati? fuori Majors Calendari Podistici? la risposta è più semplice e più immediata, ognuno va a correre a piedi dove vuole, dove gli ispira di andare a gareggiare quel giorno, ovvero, libertà di scelta?) Nella fase Rodaggio, (poi, le gare successive, sarà l’andazzo a decidere, se un buon andazzo, si continuerà con le varie cat. previste, altrimenti, ci si adeguerà all’effettivo e reale andazzo che ci starà al Torneo) a ogni tappa si premiano: Podio M/F (non cumulabile) Primi 3 M/F di ogni categoria (non cumulabile. cat. A arriva fino a 38 anni / cat. B fino a 48 anni / cat C fino a 58 anni / cat. D da 59 anni in su) M/F più su di età (non cumulabile) M/F da più lontano (non cumulabile) M/F locale (non cumulabile) M/F ultimi al traguardo (entro tempo max, premio, non cumulabile. Ma se arrivano ultimi, che cosa c’è da accumulare? ci stanno i premi a sorteggio, o no?) Premi a sorteggio. Logico che, viste le prime cinque gare di rodaggio, se ci sarà da aggiustare il tiro, qualcosa si farà. (diciamo, in totale, una cinquantina di premiati a tappa, da qui si evince che, per forza di cose, la media partecipanti deve aumentare, i cinquanta premi a tappa non possono mangiarsi quello destinato per i premi finali, o no?)

FASE VOLONTARI SERVIZIO GARA

Questa è la fase più critica, senza Volontari non ci stanno nemmeno le gare, non ci sta nemmeno il TORNEO. Che soluzione adottare per ovviare alla criticità di questa fase? Sicuro che prevedere il Jolly Servizio Volontario Gara su percorso non è sufficiente, vedi anno 2018 e, visto i precedenti, per ovviare alla criticità di questa fase è stato abbinato un obbligo, (con la lingua si fa presto, è averlo duro che …) un obbligo che le squadre devono accettare. Logico, devono accettare solo se vogliono beccare punteggio di tappa (metti che una tal squadra non arrivi, a quella tappa, non arriva a dieci atleti in classifica, che te ne fai dei due volontari service?) Questa cosa, questo scoglio (che è la prima parte di una parola che prosegue con: namento. Questa cosa è scoglio sia per me che per le squadre, è anche cosa che può far finire sullo scoglio la nave del Torneo? Corro forse il rischio concreto di far diventare il Torneo come la C…, di farlo finire a cozzare contro lo scoglio? corro il rischio di diventare una cosa come lo S… della corsa a piedi? Scusate la cazzata, ma i paragoni spiritosi, cosi come le persone, sono cose che mi stanno simpatiche) da superare, lo devono e per forza, considerare. La soluzione di abbinare un obbligo non è stata bella cosa, questo sicuro, però, forse, è stata l’unica via percorribile. Inoltre, fare Servizio a una tappa, vuol dire fare servizio anche alla propria squadra, (sia l’atleta che il volontario, non possono cambiare squadra, a piacimento. Alla prima volta che portano punteggio a tal squadra, sempre quella dev’essere e a tutte le tappe) un eventuale modo di farla entrare in classifica di tappa e classifica finale, ovvero, buste succulenti. Service aggiuntivi dello stesso atleta, (dopo il Bonus Service da 5000pt.) sono calcolati, si usa il sistema che si è usato anche nel 2018, gli eventuali Service aggiuntivi, vengono messi in coda alla classifica vera e propria della tappa. Di diverso, rispetto allo scorso anno, che a ogni atleta in veste di volontario sarà assegnato lo stesso e identico ordine di arrivo, ordine di arrivo derivante dal punteggio dell’ultimo classificato che ha gareggiato. Può essere cosa che, può far comodo agli atleti anche in caso di infortunio, per non lasciarsi scappare i Jolly Lucky.

COMBINATA 10 X 33

Non si vive solamente di e per la sola corsa a piedi, non si vive di solo Torneo Podistico, questo è più che logico. Visto i precedenti del 2017 e del 2018, pensare ancora di inserire dieci Combinate anche nel 2019, nemmeno per sogno (magari qualcuna si, ma senza a arrivare a dieci). Sia 2017, sia 2018, a beccare in queste particolari classifiche, sempre o quasi sempre gli stessi atleti. Sempre gli stessi atleti a beccare premi su premi, diventa cosa da privilegiati. Non è per far dispetto a quei, e sicuro che, più che meritevoli atleti, ma è il voler condividere, dividendo il montepremi fra più atleti. D’altronde, la classifica Rainbow Individuale, penalizza molto gli atleti di maggior caratura, i quali, per forza di cose, hanno anche altre gare e ben più importanti. La corsa a piedi non è relegata solo a partecipare alle gare del Torneo, sarebbe riduttivo, sarebbe limitante, sarebbe un’insulto alla stessa corsa a piedi. La corsa a piedi non è solo che limitata a correre bei giri panoramici e nel bosco e in montagna, non è solo che limitata a: correre per beccare le sportine. La corsa a piedi è anche gara, competizione, è la soddisfazione di dire: c’è l’ho fatta. C’è l’ho fatta a arrivare davanti a …, c’è l’ho fatta a entrare in premiazione di categoria, c’è l’ho fatta a vincere gara importante, c’è l’ho fatta a vincere medaglia e maglia di …, (e più importante è la gara, più c’è soddisfazione) Per questo motivo, se la Rainbow coccola chi partecipa più spesso, la Combinata 10 X 33, è stata pensata e allestita per dare una piccola soddisfazione anche agli atleti di caratura. Nel senso che, basta partecipare a n°10 gare e si entra in classifica. Nel senso che, di ogni atleta, si prenderanno le dieci gare migliori della Regular Season e si farà la somma del punteggio di quelle dieci gare, e si stilerà una classifica a parte. Questa classifica a parte diventerà la Combinata 10 X 33, dove: dieci, sta per il numero delle gare prese in considerazione, e dove: trentatre, sta per il numero degli atleti premiati.

Fase Premiazioni Finali

Le premiazioni finali si svolgeranno tutte alla Festa di Fine Torneo 2019 (al momento, più che logico che non si conosce il posto scelto dove dar vita alla festa)

1) PREMIATI I FINALISTI, che sono i primi trentatre della classifica finale Rainbow Individuale (se hanno regola ok, ovvero essere presenti in classifica di almeno 22 tappe, da atleta o volontario, sempre presenza è. Questo vale anche per i Jolly Lucky, da atleta o volontario, sempre presenza è)

a) I primi dieci in classifica Rainbow con questi premi: … (logico che, prima c’è da vedere l’andazzo della media partecipazione a tappa, quella che ne vien fuori a fine Torneo. E’ impensabile e prematuro dichiarare i premi senza tener presente l’effettivo andazzo che c’è stato al Torneo)

b) Da 11° posto fino a 30° posto della Rainbow, stessa cosa, è la media partecipazione che suggerisce i premi, è l’andazzo che indirizza su che tipo di premiazioni e la natura dei premi

2) PREMIATA la 10 X 33, è ancora, e sempre, la media partecipazione, l’andazzo, che anche in questa combinata sta a suggerire che tipo di premi. (però, qui c’è un però, la media è calcolata a fine Regular Season, a tappa n°40)

3) PREMIATE LE PRIME TRE SQUADRE DELLA CLASSIFICA RAINBOW, le buste valore, quanto succulenti? dipende e ancora tutto dall’andazzo. (sarà da intelligenti a far lievitare il montepremi o sarà da sciocchi, “bruciare” qualche migliaio di euri per pochi atleti in meno, a tappa? la risposta datemela voi, la scelta è solo che vostra)

4) PREMIATI I VOLONTARI, quelli con più service sulle spalle. Questa è premiazione extra, è sicura, è confermata, tant’è che pubblico già la natura del premio extra. Il premio extra è il pranzo sociale a gratis, il pranzo della festa finale. (però tenete presente, la cosa, Volontari quelli con più service sulle spalle, stessa cosa del premio riservato agli atleti, ovvero, almeno e minimo n°22 service) 

5) LE COMBINATE, sono sempre state il fiore all’occhiello del Torneo, (vedi la Combinata del 2015, Certe Notti e la Combinata the Final Countdown, del 2016, spero di non sbagliare la cronologia delle date) una peculiarità del Torneo (… le notti non finiscono all’alba nella via … le gare del Torneo non finiscono tagliato il traguardo, vanno avanti, traguardo dopo traguardo, vanno a premiare anche altre situazioni) A calendario ufficiale ultimato, e visto le prime cinque tappe di rodaggio si comunicherà se ci saranno novità anche in questo campo (dipende poi e sempre dall’andazzo, con scarsità e con classifica corta, cosa vuoi premiare? vediamo come sarà alle prime cinque gare del 2019, poi si deciderà il dà farsi)

TORNEO GAME OVER, la festa sociale

La festa di fine Torneo Podistico è all’ultima tappa, quella (se la situazione rimane questa) presso la Palestra California, la California Road Run. Spero, mi piacerebbe, di continuare la tradizione di offrire ancora pranzo a gratis. (tutto dipende e ancora dalla media partecipazione a tappa, tutto dipende, non da me, ma da voi, la scelta è vostra) Gli atleti meglio classificati, ovvero, i primi trentatre della Rainbow Individuale, oltre al premio, a loro, mi piacerebbe offrire, a gratis, anche pranzo e festa. Stessa cosa ai premiati della Combinata 10 X 33 (poi, sicuro che ci starà chi risulta presente e premiato in entrambe le due classifiche, logico che, il pranzo offerto a gratis è e rimane 1 solo, mi sembra logica la cosa) Chi non ha pranzo gratis? per gli atleti che non hanno pranzo a gratis? per loro: (e anche a amici, conoscenti e quant’altro) viene inventato un prezzo da pagare, un costo che è un favore. Una festa è più bella se si sta con chi si conosce e ci vuol bene. Un Abbraccio, Many Kisses, Vi Voglio Bene.

Sono graditi: osservazioni, pareri, suggerimenti, dubbi, perplessità e critiche. Grazie ai vostri commenti e alle vostre segnalazioni, questo regolamento, indosserà, di volta in volta, giorno dopo giorno, sceglierà e indosserà veste nuova, fino a trovare la veste più bella, la veste definitiva. CIAO

ALCUNE DELLE DOMANDE FREQUENTI

COSA È LA TESSERA ASI Amici Torneo Podistico 2019? È uno dei (pochi?) bei aspetti del Torneo, è un vero e proprio valore aggiunto che ci sta dentro nel andazzo del Torneo. Però, c’è un però, la tessera ASI, è rilasciata solo al partecipante che consegna la fotocopia leggibile del certificato medico sportivo valido. ASI Nazionale, è un Ente di Promozione Sportiva riconosciuto dal CONI. ASI, è acronimo di Associazioni Sportive e Sociali Italiane. Questa è una tessera utile, e serve, oltre che per essere in regola col Torneo, serve anche in caso di malaugurato e patito infortunio capitato o causato, dall’aver partecipando a gara del Torneo. Vedi regolamento 2019.

ISCRIZIONI a GARE 2019? Sono previste le solite due modalità di iscrizione. Iscrizione on-line o iscrizione il giorno della gara. Il costo? per il 2019 c’è stato da fare inevitabile aumento, si è dovuto e per forza di cose, fare un ritocco sul costo cartellino iscrizione, e è diventato così: 3€ la non competitiva e 6€ la competitiva. Vedi regolamento

ISCRIZIONE ON-LINE? Da questo sito. Questo tipo di iscrizione consente, senza pagare maggiorazione, consente di entrare nella classifica delle tal Combinate: sia Rainbow e sia 10 X 33 e anche a eventuali altre Combinate allestite ad hoc. Per chi, come me, non ha molta confidenza con tale procedura, vale anche la conferma di pre-iscrizione fatta via telefono, o fatta tramite qualsiasi altro modo, se fatta nei tempi previsti (via mail è meglio, è cosa scritta che rimane, e è cosa inattaccabile da eventuali contestazioni dubbi o sospetti. Fatevi fare pre-iscrizione dal capitano della vostra squadra, o da qualche amico o amica pratici di queste cose. Che è cosa molto più facile di quella di fare acquisti on-line) Vedi anche norma del regolamento che riguarda questa fase.

ISCRIZIONE ALLA COMPETITIVA IL GIORNO DELLA GARA? L’iscrizione a 6€ il giorno della gara è possibile e accettata, ma non consente di figurare nella classifica di tal Combinate, consente solo di entrare nella classifica di tappa. Vedi regolamento

NUMERO GARA? Il numero di gara è assegnato di volta in volta, a ogni gara, di volta in volta, numero nuovo

VISITA MEDICA SPORTIVA? Cosa che serve e è indispensabile per chiara normativa in merito alla pratica dello sport del podismo. Non distingue competitivi o non competitivi, ma distingue i praticanti la corsa a piedi abitudinari dai praticanti la corsa a piedi occasionali.

SQUADRA? Questa è cosa che è altro ulteriore valore aggiunto alle gare del Torneo e è cosa che prevede un premio di tappa e un premio finale. Esempio? premio alle prime tre squadre risultanti dalla Combinata Rainbow finale. Si assegnano, a ogni tappa, delle buste valore, valore in sintonia con l’andazzo del numero degli atleti presenti nella classifica di tappa. Inoltre, si assegnano primo posto 3000€, 2° posto 2000€, 3° posto 1000€, questo a fine anno, se ci sta l’andazzo giusto. Vedi regolamento 2019.

SQUADRE NOME DI FANTASIA? Non si accetta nome della squadra se nome già usato in altri comitati o che è riconducibile a altri calendari podistici. Il motivo, anzi, sono tre, erano stati tutti e tre spiegati a suo tempo. Uno, legato alla cattiveria e a ingiustizia subita da runningadventure. L’altro, legato al non sottomettersi alla logica della squadra potente, alla pretesa del vincere facile di qualche Majors Squadra. Quell’altro ancora, per evitare alcune polemiche, poi state chiarite, che erano sorte in passato con i presidenti di alcune squadre, nel senso che, in passato, qualche atleta figurava in classifica con nome di squadra che non era quella che aveva tessera Fidal

COSA SONO LE COMBINATE? Sono gruppi di gare che generano una loro specifica classifica.

COSA SONO I PUNTEGGI? I punteggi servono a dare un valore ai parametri che sono stati introdotti quest’anno. Parametri che si guardano e servono al momento di stilare le varie classifiche. Vedi regolamento 2019.

CI SONO LE CATEGORIE IN BASE AGLI ANNI? Anche per il 2019, per le premiazioni di tappa, sono state previste alcune categorie M/F, e sono: A) fino a 38 anni, B) fino a 48 anni, C) fino a 58 anni, D) dai 59 anni in su. Poi, ci stanno altre premiazioni: Podio M/F, poi, M/F più su di età, poi, M/F arrivati da più lontano, poi, M/F ultimi al traguardo entro tempo massimo, poi. M/F primi dei partecipanti locali. Infine, anche diversi premi a sorteggio

COSA VUOL DIRE PREMI? A ogni tappa sono previsti premi, sia alla squadra, ma anche ai singoli. Sia di merito, ma anche a sorteggio. A fine anno sono previsti n°33 premi Rainbow Individuale + n°33 premi individuali in Combinata 10X33 (dove dieci è il numero delle dieci gare con punteggio più alto fatto registrare dall’atleta, e trentatre, il numero degli atleti premiati a fine anno) + le altre e eventuali Classifiche Combinate, in queste altre Combinate, premiati i primi dieci. Inoltre, da non dimenticare, le tre buste valore della Rainbow a Squadre. Queste premiazioni, dentro alla festa di fine anno, dove i festeggiati, logico, sono gli Amici che hanno partecipato più spesso, sono i Volontari di Servizio Gara, sono chi ha dato una mano nelle innumerevoli fasi che ci stanno dentro e che sono indispensabili per far viaggiare al meglio la macchina del Torneo. Beh, una volta era la macchina, adesso? adesso, spero diventi il pullman. Vedi regolamento.

 

 

 

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Se prosegui nel sito accetti i cookie nostri e di terze parti. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi