Aggiornamenti e news

News

 

AMICI TORNEO PODISTICO 2019

Il prossimo anno, come già annunciato, si cambierà anche la fase Combinate Colorate, non più n°10 Combinate Colorate a premiare i primi dieci di tal Combinata Colorata, (che poi, alla fine sono sempre quelli o quasi) ma, ci starà 1 combinata, che chiameremo COMBINATA 10 X 30, dove, 10 sta per le migliori dieci gare disputate dall’atleta, e dove 30 sta per il numero di atleti premiati di questa speciale classifica. Poi, altra ispirazione me l’hanno data Giordano e Gian, ovvero mi è venuta ispirazione di prevedere altra Combinata, che prevedesse solo gare veloci e solo su asfalto, questo perchè, gli atleti veloci, i purosangue della pista e dell’asfalto, diversamente, rimarrebbero esclusi, fuori dalle varie classifiche del Torneo. La combinata mi viene voglia battezzarla, da idea che mi ha suggerito Giordano, il nome di battesimo potrebbe essere: COMBINATA CRICETO RUN by NIGHT. Dovrebbero essere gare a giri, sulla distanza massima di 4/6km e, minimo, quattro giri da compiere. Logico che, i doppiati dovranno essere fermati. Qualche sede c’è l’ho già in mente, tipo: Palestra California si presta bene e una gara cosi, è già stata fatta proprio li, vi ricordate, è stato di sabato pomeriggio, magari la spostiamo a venerdì sera, li il giro è illuminato. Poi, anche presso il laboratorio Daniel, il laboratorio di Chiara, la bella donna, bella mamma e brava decoratrice di Prevalle. Altra gara si potrebbe fare e sempre di venerdì sera, a Rezzato, presso il negozio di mobili di arredo di Melania, bella donna e bella mamma, dal buon gusto per le cose belle. Sarà forse per deformazione professionale, visto il lavoro di arredatrice, che anche gli scatti fotografici di Melania rivelano un gusto, un tocco femminile che fa la differenza? Altro bel posto potrebbe essere a Cunettone di Salò, anche li c’è un bel giro. Altro bel giro potrebbe essere quello a Portese, o anche nella, li vicino, S. Felice del Benaco. Oppure, bellisimo giro quello di Gardone Riviera, questo si, questo lo metto dentro sicuro, se Amati e Livotto sono d’accordo, lo metto dentro sicuro. Quattro giri nelle vicinanza del Vittoriale, per me è una bella gara, e poi, fermarsi li a prendere aria fresca del lago, seduti ai tavoli di una pizzeria. Bel giro veloce e da ripetere cinque volte, sempre se Amati e Livotto sono d’accordo, sarebbe proprio sul lungo lago di Gardone (li conosco quei posti, come conosco molto bene tutto il basso lago di garda e la Riviera dei Limoni. Li conosco bene, molto bene. Li frequentavo da giovane quei posti, li frequentavamo noi ragazzi, “galletti ruspanti di paese”, a caccia di straniere. A quel tempo non c’era il rischio di fare cilecca. Poi ho conosciuto Mariele, è nato Maurizio, e più nessuna donna può dire di esser stata a giacere col sottoscritto) Altro bel giro da ripetere sarebbe anche in Castello di Brescia, anche quello è posto che conosco più che bene. Al periodo degli Artigianelli, lo frequentavo assieme ai miei compagni di classe: i fratelli Ghirardi, Buffoli, Trivella, Ammaturo. Alla pausa di pranzo, visto la vicinanza, eravamo sempre in Castello. Nulla da nascondere, nulla da temere. Postando questa cazzata, sicuro che mi è venuta la voglia di fare anche la COMBINATA CRICETO RUN by NIGHT. Un Abbraccio, Many Kisses, Vi Voglio Bene. (oggi sono in vena, ma non con l’ago, sono in vena a sparar cazzate) CIAO (mauro)

AMICI TORNEO PODISTICO (questione di privacy)

Il certificato medico, con le nuove norme in materia di privacy, non sarà più possibile inviarlo in allegato, al momento, al momento dell’iscrizione alla gara on-line. Il certificato medico on-line, visto che è considerato dato sensibile, non si potrà più inviarlo da questo sito. Rimane la possibilità di inviarlo via e-mail. Un Abbraccio, Many Kisses, Vi Voglio Bene CIAO (mauro)

AMICI TORNEO PODISTICO (la scelta è solo che vostra, ecco perché)

Per forza di cose il prossimo anno il Torneo, per diventare ancora più avvincente e più bello, per quanto riguarda le squadre, deve prevedere premi più “appetibili”, molto “più appetibili”. Per forza di cose, purtroppo, i premi “più appetibili”, ci sono solo se c’è incremento di atleti in gara, logico. (essendo gli stessi atleti che, con il cartellino iscrizione, sono a finanziare i premi del Torneo) Si preferisce, se ci sarà maggior introito, di destinarlo ai premi riservati alle squadre, non buttarlo in effimere coreografie, speaker e affini. (una gara di corsa a piedi ha bisogno solo di: 1 organizzatore e dei volontari > di 1 data > di 1 orario di partenza > di 1 campo gara > di 1 bel giro > di 1 classifica, il resto è solo che cosa in più, e il più delle volte, cosa superflua. La pubblicità sta a zero, è cosa affine al commercio, al supermercato, al voler adescare clienti per guadagnare, volantini di carta che, se non sono nocivi per l’ambiente, se non quello di creare ulteriore immondizia per le strade, sicuro che, sono nocivi per la natura, nel senso che per fare la carta si decimano gli alberi. Cari runners, che i più tanti di voi sono amanti, e si, della natura, flora e fauna compresa, meno amanti del cemento e dell’asfalto. Cari runners, non capisco perché non volete salvare qualche albero in più, in un modo molto semplice, e cioè, andando contro, facendo il contrario di tutto quello che vi propongono tramite pubblicità cartacea, amare la natura vuol dire anche, consumare meno carta possibile, quando si può. Conoscete benissimo che non sono molto amante dei social moderni, preferisco il contatto fisico, preferisco il passaparola vivo, al passaparola virtuale, però se un social può venire incontro alla natura, all’ambiente, uno dei campi è proprio questo, le corse a piedi. Basta volantini, basta offerte, basta calendari cartacei, e il tutto, sprecando la carta, che vuol dire, ammazzare gli alberi a scopo personale, per ricavarne, oltre che a maggior partecipazione e sintomatico potere, ricavarne conseguente guadagno tramite e proprio con stupida pubblicità su carta, sicuri del fatto che, logico che i runners abboccheranno all’esca) Il Torneo, col risparmio dei 100€ / 200€/ 300€ spesi per fare volantino (c’è da dire che, col volantino cartaceo si possono, c’è più possibilità di trovare eventuali sponsor, ovvero, ancor più lauti guadagni) visto che il Torneo non si avvale del supporto di sponsor, 100€ per 44 gare, fate voi il conto, ecco, quello risparmiato per fare bel e accattivante volantino cartaceo, lo si accantona per i premi finali. Ecco, con questo spero di aver chiarito la cosa a chi, ciclicamente, mi dice: ma perché non fai anche dei volantini che pubblicizzano le corse del Torneo? La eventuale maggior partecipazione di atleti in gara, apre altra situazione, situazione che riguarda le premiazioni. Le prime cinque tappe, oltre che essere tappe di rodaggio, saranno tappe dove si prevedono delle categorie in più (rimanendo come adesso, le due categorie e con più atleti in gara, sarebbe gara impari a favore di quelli dell’età più avvantaggiata) il prossimo anno aggiungeremo, solo come prova, e come rodaggio di prova alle prime cinque tappe, aggiungeremo altre due categorie maschili (totale 4 cat. maschili. Se il rodaggio non va bene, si modificherà ancora adeguando il numero delle categorie all’effettiva consistenza della classifica di tappa), e aggiungeremo anche 1 cat. femminile (totale 3 cat. femminili, le donne sono 1/3 degli atleti in gara e le proporzioni tenendo conto della partecipazione mi sembrano cosa equa) Dopo la quinta gara di rodaggio, si aggiusterà il tiro, se c’è di bisogno. Al momento le categorie maschili potrebbero essere fatte seguendo questo criterio: 59 anni e oltre, 49 anni e oltre, 39 anni e oltre, fino a 38 anni. Anche qui ci sta il motivo di scelta, non si puo’, non mi sembra giusto che per due anni a fila gli stessi atleti a fare i più “vecchi” di una determinata cat. Chi lo scorso anno con 48 anni era il più “vecchio” di cat., quest’anno, logico che doveva diventare il più giovane, principio dell’alternanza. Per le donne, la cosa è più complicata, per via di mancanza di atlete, per mancanza di numero che stia a giustificare categoria in più di quelle previste. Poi, logico che, qualsiasi sia il criterio scelto, ci starà sempre sperequazione, vantaggio per qualcuna e svantaggio per qualcun’altra. Per il femminile si fa: fino a 40 anni / fino a 50 anni / da 51 anni e oltre. In pratica le categorie in totale diventeranno n°7, premiati i primi e le prime 3 di ogni cat. (totale = 7 cat. x 3 atleti = 21 premiazioni. Rispetto a quest’anno cambia nulla nel computo dei premi totali riservati alle cat. Quest’anno i premi totali delle 4 cat. sono n°20.) Il prossimo anno, se il nuovo modo di partecipare a una corsa a piedi non sarà accettato da un numero sufficiente di atleti, quelli indispensabili per fare delle belle cose, sarà forse anche l’ultimo anno del Torneo Competitivo? e se non viene accettato? lo dico sin da subito, per essere chiaro, non è un ricatto, la scelta è e deve essere libera scelta, vostra, di chi vuol partecipare o non partecipare al gioco, ma è e dev’essere anche scelta mia, scelta paritaria. (L’alternativa diventerà, se il gioco non sarà accettato e sarà snobbato, in gran parte, pure il prossimo anno, l’alternativa che ho in mente e è già da tanti anni che mi frulla in testa, sarà di destinare il montepremi solo ai singoli e solo a sorteggio, ovvero, spero che nel 2020 di non far diventare il Torneo Podistico corse non competitive con premi a sorteggio e, usare questo sistema premiazioni: a ogni corsa, si estrarranno, a ogni tappa, anche n° 6 buste da 50€ cadauna, tre riservate al settore maschile e tre riservate al settore femminile) Quest’anno la media atleti in gara è arrivata vicino a n°70 atleti a tappa. Il prossimo anno, se si raddoppia la media e, n° 140 atleti classificati a tappa non è cosa da fantascienza, si raddoppia, di botto, anche il montepremi finale alle tre squadre finaliste, ovvero 1° posto 4000€ / 2° posto 2000€ / 3° posto 1000€. Il gioco diventa tanto bello quanto sono belli i premi finali. Un Abbraccio, Many Kisses, Vi Voglio Bene. CIAO (mauro)

AMICI TORNEO PODISTICO (ancora sulla questione privacy)

La legge è solo che legge che non riesco a capire, nulla da nascondere nulla da temere, o no?. Però dopo legge assurda, che non sta n’è in cielo n’è in terra in fatto di visita medica sportiva, il povero cristo di organizzatore, è alle prese con altra legge “bastone nelle ruote”. Il povero cristo di organizzatore se vuole pubblicare delle cose sulla corsa a piedi che ha organizzato deve avere l’assenso firmato del diretto interessato in questione. Cosa che non sta n’è in cielo n’è in terra. Adesso il solerte burocrate ha partorito ancora (della burocrazia tutti a dire, snellire, eliminare, questo prima delle elezioni, poi diventa sempre più e più. Domandate a chi organizzava corse a piedi dieci / venti / trenta / quarant’anni fa. Adesso, la stessa cosa che non ci sono mai stati problemi, adesso devi far firmare. Cioè, uno partecipa a una corsa a piedi popolare, senza nessuna velleità, ma però, deve firmare è costretto a firmare. Cioè, il mondo è diventato forse cattivo? gli esseri umani sono diventati forse cattivi? Una volta queste cose mai nessuno. Mai nessuno che ti avrebbe denunciato per una sua fotografia che riguardava la gara, mai nessuno che ti avrebbe denunciato perché hai usato il suo nome parlando della gara. Mai nessuno ti avrebbe denunciato perché tramite la gara si fosse venuti a conoscenza che il soggetto mancava di requisiti, vedi certificato medico. Questo è un brutto mondo, voluto dai giacca e cravatta, far firmare di tutto e ancor di più, cioè, si deresponsabilizza il singolo individuo e la colpa si fa ricadere sempre su chi si dà dà fare. Atleta cade, e da solo, in gara? La colpa? logico si va anche a vedere se è dell’organizzatore. La foto del tal atleta appare in qualche pagina di qualche sito? Si va a vedere se è sfruttamento di immagine, e se il giudice dice: si? è l’organizzatore che viene sanzionato. Ohè, mai che la responsabilità sia di chi si è iscritto di sua volontà, non costretto. Purtroppo, il burocrate ha partorito, ha partorito senza sapere che cosa è una corsa a piedi popolare, e anche se il burocrate capisce di corsa a piedi meno, ma molto meno di … la legge è questa e devo osservarla. Ha partorito che l’organizzatore di corse a piedi popolari, deve avere in mano documento firmato. (firmate solo una volta e è valido anche per le altre e rimanenti gare del Torneo) Per questo motivo alla prossima gara vi farò firmare un documento. Il documento che firmerete è il vostro assenso, col quale, mi autorizzate a inviare i vostri dati personali a ASI, per farvi tessera e assicurazione. Mi autorizzate a pubblicare i vostri dati personali per stilare e pubblicare le varie classifiche del Torneo e mi autorizzate a pubblicare le vostre foto e le immagini che vi ritraggono e vi riguardano. Questa è cosa che devo assolutamente fare. Chi non è intenzionato a firmare questo documento che mi autorizza a trattare i suoi dati per scopi solo che leciti e riguardanti il Torneo nel suo insieme, ovvero, fotografie e classifiche e invio dati a ASI, purtroppo, a malincuore, non posso farlo gareggiare e devo allontanarlo dal percorso. A chi giova tutta questa inutile burocrazia? Ah, forse a far desistere i piccoli dall’organizzare gare, lasciando campo aperto e ampio alle Majors Organizzazioni? pensar male si fa peccato, sicuro che vado al l’inferno. Un Abbraccio, Many Kisses, Vi Voglio Bene. CIAO (mauro)

AMICI TORNEO PODISTICO (informativa sulla Privacy)

Gran bel lavoro dello staff kaupapa, che ricordo, è il tutor di questo sito. Noi che amiamo correre a piedi, poco conosciamo di norme che regolano il web, fortuna vuole che, siamo andati in mani competenti, posso toccare con mano la competenza e la professionalità di kaupapa, visto che non sono gli unici tutor che abbiamo provato in questi ultimi dieci anni, se consideriamo anche il sito runningadventure. Per questo motivo posso dire a kaupapa: GRAZIE. Ecco, fate una cosa, andate a leggervi le condizioni e le cose che ci stanno riportate alla voce Privacy. Un Abbraccio, Many Kisses, Vi Voglio Bene. CIAO (mauro)

TORNEO PODISTICO 2019 (questione di scelte: che nome dare al circuito di corse a piedi?)

Dopo mesi e mesi ad aspettare ispirazione, di trovare nome che mi ispirasse, niente di niente. In un primo momento avevo pensato a 44 seguito da un nome, non so, tipo: 44 gare, 44 sentieri, 44 giri, 44 passi, 44 gambe, 44 piedi, 44 scarpe, 44 orme e via su questa strada. 44, è numero che mi sta simpatico, e sta a significare quelli che non hanno padrone, e che un giorno alla settimana si trovano tutti assieme. (ispirato dalla famosissima canzone dello Zecchino D’Oro … quarantaquattro gatti senza padrone …) 44, ovvero, il numero dei senza padrone, ecco perché è numero che mi sta simpatico. Agli inizi, erano dieci gare, in una ben delimitata zona, una parte ben definita della provincia bresciana. Bella anche la storia, che è nata da un fatto brutto, storia nata a seguito del dispetto messo in atto dal gotha di tal comitato. Il perché siamo partiti proprio con n°10 gare e proprio in questa parte della provincia è anche cosa che richiamava alle Gloriose X Giornate di Brescia, ovvero, ribellarsi al prepotente oppressore. Ma qua sto andando in altra storia di prevaricazione e sopruso e prepotenza subita dal runningadventure, ripubblicherò ancora la storia, la brutta storia, ma non quest’anno, diciamo nei prossimi anni. La storia della corsa a piedi bresciana non è fatta solo dai campioni, ci sta tutto un movimento di anonimi, podisti per passione, i quali, hanno fatto diventare la provincia di Brescia, una delle province più attive e prolifiche in questo sport di fatica e sudore. TORNEO PODISTICO, in queste due parole c’è già dentro tutto, a che serve trovare altro nome? non ha senso.TORNEO, è già cosa (parola) che sta a significare competizione. TORNEO, è già cosa che prevede un regolamento locale da rispettare. TORNEO, è già cosa che sta a significare che bisogna giocare al meglio per arrivare in finale. TORNEO è già cosa che sta a significare che bisogna giocare bene perchè ci stanno bei premi finali. TORNEO, è già cosa che sta a significare che ci sta un punteggio a ogni gara. A questo punto, a che serve trovare altro nome? non ha senso. Il prossimo anno il TORNEO, avrà un occhio di riguardo in più, una maggior attenzione, una coccola in più, riservata alle squadre partecipanti, ovvero, montepremi più alto. A ogni tappa premieremo le prime tre squadre classificate di giornata. Poi grande premio finale di fine Torneo, e sempre e solo alle prime tre squadre arrivate in finale. Tanti a dire, sentivo cosi sui campi gara, sono a questa gara per portare punti alla società (mi piacerebbe fare i nomi delle tal squadre, ma il permalosismo? lo vieta) tra me e me pensavo, che cosa cambia, dove sta la soddisfazione di essere squadra che arriva sesto o settimo posto, non ha senso. Per le squadre hanno senso di esistere solo se lottano (gareggiano) per beccare qualcosa, o no? Che senso ha, arrivare quarto o quinto posto per una squadra, se poi becca zero? Ecco, la considerazione personale era: pensa te, questa squadra, che non naviga nell’oro, che fa pagare tessera ai suoi atleti, ecco, va a gareggiare in massa di là per beccare zero, e lascia perdere di qua, lascia perdere 2000€. Ecco la considerazione finale, dove sta voler bene alla squadra del cuore? Arrivare, di là, ottavo / nono posto e beccare zero, o arrivare 14° posto di là e beccare ne più e ne meno zero, ma far bene di qua e beccare 2000€ ? Datela voi la risposta. Il prossimo anno, i gruppi con tanti atleti non competitivi, sicuro che possono portarsi, possono beccare i 3000€ finali del TORNEO. Con la quantità di partecipanti di tanti gruppi non competitivi, sicuro che si arriva in finale, poi, arrivati in finale, tutto è possibile, il pallone è rotondo. Un Abbraccio, Many Kisses, Vi Voglio Bene. CIAO (mauro)

JOLLY SCORE

Pagina aggiornata, buttate un occhio e, fate i vostri calcoli e quando avete fatto scelta dove giocare e se usare tal Jolly Score su tal Combinata Colorata, comunicatelo via e-mail. Un Abbraccio Vi Voglio Bene. CIAO (mauro)

 

Privacy Policy

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Se prosegui nel sito accetti i cookie nostri e di terze parti. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi