News – Amici Torneo Podistico

CANTO DEL GALLO RUN

Pre Iscritti: Lampugnani Nicola 1950 (192) >> Cunegatti Cornelio 1967 (191) >> Ferlinghetti Pietro 1990 (190) >> Prandelli Stefano 1970 (189 ) >> Serena Angela 1977 (188) >> Baroni Giovanni 1970 (187) >> Magri Massimo 1982 (186) >> Salogni Vincenzo 1984 (185) >> Bagnatica Osvaldo 1977 (184) >> Cavalli Andrea 1975 (183) >> Avallone Antonio 1964 (182) >> Boldrini Franca 1962 (181) >> Massardi Tiziano 1958 (180) >> Filippini Giordano 1974 (179) >> Dossi Pierangelo 1953 (178) >> Quetti Milena 1956 (service) >> Marazzone Giuliana 1964 (177) >> Zambelli Massimo 1968 (176)

CANTO DEL GALLO RUN

Ricevo via e-mail, pre-icrizione, un sussulto corporeo mi invade, leggo cognome, Ferlinghetti? come si fa a non andare subito a accostare: Lawrence Ferlinghetti, co-fondatore della City Lights book-store (a  S. Francisco è stata dapprima,”piccissima” stanza dove, da li, è partita, ha iniziato l’avventura una delle librerie che, poco dopo, è diventata tra le più famose librerie d’america) come si fa a non accostare il cognome a colui che che è stato tra gli artefici e ha fatto conoscere la CONTROCULTURA AMERICANA, a noi, ingenui ragazzi di paese. (beh, se vogliamo dirla tutta è stata Fernanda Pivano RIP, corrispondente e traduttrice di tutto il periodo beat-generation e hippies, di tutti quei libri che arrivavano da quell’america che non ci stava e si ritrovava stretta in un vestito che l’establishment l’aveva costretta ad indossare. Libri che parlavano di Beat Generation, di Hippies, che parlavano di Summer of Love ’67 e cosi via, non fatemi scrivere un romanzo. Questo si che è il mio terreno, sono rimasto tra i pochi sopravvissuti a conoscere queste belle bellissime storie, non tutti quelli della mia età le conoscono, anzi, tanti di quelli della mia età hanno contrastato questa visone del vivere felici in mezzo a altri, che anche loro dovevano vivere felici. Adesso, man mano che i testimoni dell’epoca vanno in cielo, l’establishment, ha buon gioco, e inizia a modificare a proprio vantaggio le storie scomode, scomode per l’establishment. Ho già visto tante modifiche e in tante storie dei fatti di quei tempi) Lawrence Ferlinghetti è ancora vivo e vegeto, e nel 2019, al suo CENTESIMO compleanno, uscirà nelle edicole il suo ultimo libro, stile romanzo beat-generation. Chiudo cazzata cosi, il minimo è ricordare, appena possibile, appena trovo spunto, il minimo è ricordare quei tempi e quei ragazzi. Far conoscere alle nuove generazioni che ci sono stati anni, pochi anni, forse un decennio, dove la gente dei paesi occidentali, ha vissuto anche felicemente. Potevi girare il mondo in autostop, era cosa bella e non pericolosa, era cosa divertente. Adesso si che è diventata cosa pericolosa, andando avanti, andando avanti il progresso è diventata cosa pericolosa, pensa te come siamo andati avanti. (le altre genti, purtroppo, e questo non è bello, altre genti non occidentali, hanno sempre vissuto cosi, infelicemente, sin dagli albori e la storia continua anche adesso) Ciao (mauro)

CANTO DEL GALLO RUN

Ci risiamo, vedo che di questa gara gira più di un volantino. Come già detto e stra-ripetuto, il volantino ufficiale è quello pubblicato sulla home page di questo sito. Ovvero, partenza ufficiale della competitiva a ore 19,30. Anche questo aspetto dei continui cambi di volantino è cosa che ha penalizzato, però, se quest’anno è andata cosi, il prossimo anno, logico che sarà tutta altra musica. Ho già preparato i volantini di tutte le gare del prossimo anno, una volta che le varie amministrazioni comunali e i vari organizzatori hanno sottoscritto la cosa, cosi è e così rimane. Piccoli o non piccoli, un po’ di rispetto lo meritiamo anche noi, ma e, soprattutto, il rispetto lo meritano tutti i podisti, ai quali, logico che, non gli si può creare dubbio di sorta, le informazioni che si trovano sul volantino devono essere chiare e precise, non si può cambiare volantino da un mese con l’altro. Non nego che buona parte di colpe è anche mia, dovevo forse impormi con più decisione? forse si, ma capisco anche gli organizzatori, che tante volte i problemi sorgono all’ultimo momento, che nemmeno te li aspetti. Buona botta che, finora, e soprattutto grazie alla comprensione dei partecipanti che, manchevolezze e i repentini cambio di data e di gara e di volantino, non hanno, e fin’ora, causato contrattempi di sorta. A nome degli organizzatori di gare del Torneo, PARTECIPANTI TUTTI: GRAZIE. A nome anche degli altri organizzatori: Un Abbraccio, Many Kisses, Vi Vogliamo Bene. A presto. CIAO  (le gare del Torneo)

CANTO DEL GALLO RUN

A questa gara proviamo un nuovo sistema, un nuovo modo che riguarda la fase premi a sorteggio. Una cosa che non ha inventato il sottoscritto, una cosa che da be e bella, che la fanno, e in tante altre gare. Però, allora, se questo Torneo, ai primordi, è stato ispirato in parte anche dal Circuito Podistico di Val Rendena, ecco che, non mi sembra fuori luogo adottare il modo che usano in tal circuito (Mattia e Marina lo possono confermare, ma anche Marco e Elisa, a proposito, ho visto il nuovo look di Elisa, per me valorizza molto la bella donna che è. Se non sparo cazzata. Slaifera, Rampagada, Madonnina, Campiglio Run, non vi dicono niente queste gare? come fanno a quelle gare per i premi a sorteggio?) A tal circuito, per i premi a sorteggio, usano estrarre il numero di pettorale. Perchè si cambia modo? semplice, per evitare alcune cose e tagliare un po’ di “pause morte”. Nel senso che, spesso e volentieri stiamo a estrarre numeri di atleti che hanno già beccato il premio (chi ha beccato il premio, essendo cosa non cumulabile, quel numero non lo teniamo buono) dilatando i tempi. Ecco che, a questo punto, alla prossima gara, facciamo una prova, si assegna il numero gara all’atleta e lo stesso numero viene riportato sul biglietto che finirà nell’urna. Poi, visto gli atleti che hanno già beccato, il loro numero non verrà inserito. Modo, di evitare di pescare numero non buono. Poi, alla fine, i numeri non estratti rimangono lì, sul tavolo, a disposizione, per correttezza. Questo sistema è cosa che da be e bella, che viene usato in Val Rendena. Altra novità, e anche questa per evitare “tempi morti”, per quanto riguarda i premi extra, gli altri premi che riguardano: atleti locali, atleti di maggior età (si può dire anche più vecchi, ma è cosa sbagliata) atleti arrivati da più lontano, anche li si cambia, facciamo riferimento solo a atleti che si, che hanno fatto pre-iscrizione. In questo modo, dati alla mano, si sa già prima di iniziare, chi saranno gli atleti da premiare, cioè, è la stessa cosa che facciamo con il premio riservato alle donne, lì, sin dalla prima volta è stato così. Solo le donne che hanno fatto pre-iscrizione possono beccare tal premio. Ad eccezione di quello riservato alle donne, gli altri premi non son cumulabili. (In questo modo, si evita di assegnare premio di cat. e locali allo stesso e stessa atleta. Si evita di premiare con premio di cat. e da più lontano allo stesso e stessa atleta. Si evita di assegnare allo stesso e stessa atleta, locali e maggior età. Preferisco mettere maggior età, perchè? metti che becca un atleta che ha 70’anni, non sarà mica vecchio. Ne vedo tanti di quelli nati decenni dopo, che sono, non solo lo dimostrano, lo sono, più vecchi. La cazzata non è mia, mi è stata ispirata da, ma pubblico il nome? avrò problemi? ma si che pubblico il nome, nulla da nascondere, nulla da temere. Pizzowhat? sicuro che ricorda del pezzo che ha scritto per la rivista CORRERE, ai miei tempi, il vangelo del runner. Poi, avevo fatto anche l’abbonamento a quell’altra sua e personale rivista, quella su carta giallognola, se non ricordo male, vi ricordate Training? Ma potrei sparare altra cazzata, magari quella del Circuito Internazionale di Arco?) Entusiasmo, del fare, non mi manca, la fantasia non mi manca. Ma quello che, alimenta la voglia del fare, l’entusiasmo e la fantasia, l’energia, quella, siete voi. Questa energia che smuove le montagne me la date voi. Vedo che, gara dopo gara, apprezzate sempre più le gare, conoscete sempre di più e meglio il gioco e, sul campo gara, lì, tutti assieme, generate e create atmosfera sempre più bella, che è un piacere stare lì, e peccato che poi, c’è da aspettare una settimana per ritrovare cosa così. La vostra presenza sul campo gara è valore aggiunto, è la cosa più bella del Torneo. La cosa più bella del Torneo siete voi, atleti e atlete che vivono il gioco nel modo più bello, proprio come fosse solo e nient’altro che un gioco e, giocare e divertirsi, è cosa fondamentale per vivere a lungo. (cazzata ispirata da chi ha fatto gara di maratona a: oltre 90’anni compiuti) Certo, e sicuro, che a volte, non è sempre e tutto così bello e così perfetto. Ecco, questo, è quello che fa vedere, e ancora una volta di più, la vostra bellezza d’animo, la bellezza degli atleti e delle atlete che partecipano al Torneo. Perchè, seppur, a volte, anche di fronte a piccole o grandi carenze, a piccole o grandi sviste, non ne fate un dramma, si vede che siete lì, e per giocare. Non vi scambierei mai con gli atleti di Majors Comitati altri, non vi scambierei mai, al solo motivo di fare tanto cassetto. Un cassetto pieno, tanti e tanti kg di €, non valgono nemmeno 1 gr., di quello che vedo nei vostri occhi, non mi darebbe la stessa gioia. A presto. Un Abbraccio, Many Kisses, Vi Voglio Bene. CIAO (mauro)

CANTO DEL GALLO RUN

Questa gara è gara e cosa che fa parte delle feste dedicate a S. Bartolomeo, Patrono di S. Gallo. In queste occasioni, sul campo gara, di solito c’è anche stand gastronomico, e così è anche a S. Gallo. Questo di fare gara podistica in occasione di feste, è cosa che fa bene a entrambe le situazioni, sia per quanto riguarda la festa sia per quel che riguarda la gara. (anche a Nuvolento c’è stato per breve, brevissimo tempo, questa collaborazione fra le due cose, la festa e la gara, entrambe le situazioni, facendo gioco di squadra, ne hanno giovato. Questo il motivo che posso sparare cazzata, qualcosa ne so) Di solito, la gara podistica va in scena in giorno che si prevede un po’ più calmo, un giorno “morto”, allo scopo di movimentare un pochino l’ambiente della festa. Questa è la quarta edizione, se teniamo buona la prima, che però è stata di settembre, e fuori dall’ambito delle feste dedicate a S. Bartolomeo. La prima edizione è nata, meglio dire, la resurrezione dopo la sciagurata gara della Maddalena. Poi, più passa il tempo, più le cose diventano chiare, vi risparmio il seguito e vado a sparare sulla gara CANTO DEL GALLO RUN. La denominazione, che è azzeccata denominazione, non la si deve n’è al sottoscritto n’è a Piero. La gara, il percorso, non passa sul sudore del sottoscritto, la gara è tutta sulle spalle di Piero e la sua famiglia, coadiuvati dai ragazzi dell’Oratorio e in primis, da Pietro. Pietro, il diacono di S. Gallo e che avete avuto modo di conoscere, per via che, è grazie, e soprattutto, al suo aiuto, che a S. Gallo si riesce sempre a allestire una bella gara podistica, e questo, sotto anche e senza dimenticare la supervisione di don Raffaele, (il copyright della denominazione della gara è suo) che lascia libera scelta anche in fatto di organizzazione. Il compito che richiede maggior, dove c’è da sudare di più, è svolto da Piero, pulire i sentieri, segnare, allestire il campo gara, tutto nelle sue mani. Beh, tutto è parola un po’ grossa, perchè tanto fanno anche Giovanna, sua moglie, e Morris, suo figlio. Poi, adesso che è in pensione, Piero, ne ha tutto il tempo. Una mattina sono stato con Piero a fare scatti fotografici del giro, si possono vedere nella pagina 44 SCATTI. Rispetto allo scorso anno, Piero, ha modificato leggermente il tratto della partenza, inserendo di entrare molto prima nel bosco, rispetto agli scorsi anni. In pratica, quello che è stato attaccato all’inizio, sono stati tagliati di un paio di km, verso la fine. Verso la fine del giro si era sul Sentiero Principale di Valverde e si rientrava da via Monte Maddalena Sotto, bel tratto, però, essendo questa, gara serale, è stato preferito tagliare un paio di km, per non far correre nello scuro i partecipanti che si sono magari attardati sul percorso. Perchè di cose belle da vedere ce ne sono. La valle del Fo’ di Sotto, dove, la leggenda, dice che, proprio lì, sia nato l’Arnaldo da Brescia. (ma, magari un giorno sparerò anche cazzata. Perchè ci sta anche bella cazzata di ribellione nei confronti dello status quo) Arrivati a Fo’ di Sotto, Piero, che è amante dei bei sentieri di montagna, specie se stretti e in fitto bosco, ecco che, a costo di sudare le sette camicie, perchè lì, quel sentiero, lì, ci van dentro tante ore di lavoro a pulirlo. Però, sicuro che diventa molto bello fare quel sentiero. Fuori dal sentiero, saliamo la scarpatina in mezzo al prato (se non sbaglio, bel pezzo è su proprietà di Piero) Arriviamo alle prime case di Fo’ di Sopra, e arrivati in vicinanza della casa di Piero e Giovanna, (bel posto, bella casa, da lì si vede tutta la pianura sottostante. Una sera che eravamo stati con Piero e con Giovanna a mangiare una pizza alla Nuova Primavera, eravamo sulla terrazza della pizzeria, da lì, si vedevano anche le luci del giardino e della casa) svolta sul sentiero che porta in direzione del Sentiero Principale di Valverde. Arrivati sul Sentiero Principale di Valverde, andiamo verso dx, in senso antiorario, facciamo il Sentiero dei Cavalli (un tratto di Sentiero Principale che da Case Pie di Castello di Serle arriva fino a Case Oprandi di S. Gallo, quel tratto prende anche il nome di: Sentiero dei Cavalli) dopo un bel po’ di Sentiero dei Cavalli, svolta secca a sx, in forte salita su piccolo e stretto sentiero, ma ben pulito. Andiamo a prendere il sentiero che sale al monte Dragoncello, la parte bassa, quello su ampia e comoda stradina sterrata e lo facciamo in discesa. Passiamo un paio di bei appostamenti di caccia e ci troviamo nelle vicinanze della chiesetta di S. Vito, lì, siamo a S. Vito di Nave (è quella chiesetta che vedete sul volantino di presentazione della gara) Seguiamo la bella e ampia stradina sterrata in direzione Case Oprandi (ebbene, quel tratto è tratto in comune a diversi sentieri: 3V / Sentiero Principale di Valverde / CAI 391, spero sia cosi e non aver confuso, insomma lo stesso sentiero, che prima porta in cima al Dragoncello, poi prosegue sul monte Ucia, il monte più alto della valle dei marmi, e da li fa tutto il monte Dragone fino al bivio che: proseguendo, vai in Cariadeghe e Tesio e lago di Garda. Se invece, lì, al bivio, giri a sx, in discesa, vai al Colle di S. Eusebio e da li a Vallio, e in monte Magno, oppure: Sopraponte e lago di Garda, oltre e logico, sulle vie che vanno in Valsabbia e poi ti fanno arrivare in territorio del Trentino. Carissimi, in questi ultimi venti anni ne ho fatto dello scarpinare. Adesso volevo sparare cazzata ma non è il caso. Ma non è finita, quel tratto, porta anche in Valtrompia, esattamente al santuario del monte Conche, tanti quelli a scendere dal monte Conche a dare una mano ai Nuvolentesi nelle scaramuccia tra abitanti le valli del marmo e i bassaioli, scaramuccia nata dal torto subito dai bassaioli. Questa è bella storia, la riprendo quando sparerò cazzata in occasione della gara del Giro dell’Isolo del Chiese, perchè il luogo della scaramuccia è proprio lì, nella zona della Combattuta) Ma quel tratto di sentiero è anche tratto pieno e ricco di storia, sia del Risorgimento Italiano, sia della Resistenza Italiana, ovvero luoghi e sentieri molto cari al don Boifava e ai Partigiani. Ma non solo, tratto di sentiero che metteva in comunicazione diversi altri sentieri di secondo piano, quelli usati dai contrabbandieri, da qui deriva forse il nome Senter Bandit? ovvero, il Sentiero dei Banditi, oppure, altri, pensano a sentieri non curati, da bandire. Io son propenso per la prima versione, avendo anche conosciuto, da ragazzo, abitanti, già nonni, di Serle, e che avevano, da piccoli, percorso quei sentieri per fare “borsa nera”, il contrabbando. Ecco, arrivati alla chiesetta, siamo quasi arrivati, a Case Oprandi, svolta a sx, in forte discesa, che è anche in asfalto, la discesa termina alla bella e marmorea fontana di S. Gallo. Da lì a arrivare all’Oratorio, dove è posto anche, oltre alla partenza anche l’arrivo, mancano 200/300 mt. a far tanto. Adesso chiudo, annunciare qualcosa che riguarda delle novità? ma è diventata cosa lunga, meglio domani. Un Abbraccio, Many Kisses, Vi Voglio Bene. CIAO (mauro)

REMEMBER FRANCO VOLPI RUN TRIBUTE

Classifiche aggiornate, spero senza errori e sviste. Beh, una c’è, però, visto che è ininfluente la lascio. La svista riguarda Torri Salve, non ha ancora perfezionato il tesseramento, ma compare nella classifica punti a squadre. Altre sviste ci sono, specie per quanto riguarda certificati medici scaduti. Che fai, non posso mettermi a fare anche lavoro burocratico, anche perchè, per quanto riguarda i giochi che riguardano le squadre è da be e bella che si sono chiusi. Da be e bella che (non c’è mai stata gara non c’è mai stata storia) si sa già come sarà alla classifica finale. A questo punto, per nor perdere tempo su tempo a controllare le varie scartofie, adesso prendo in mano, (non quello) e d’ufficio, la situazione e, da adesso, vado a sentore. (apro altra cazzata, la stampa che mi ha regalato Claudia Volpi, si vedono tre atleti, uno dietro l’altro, Franco Volpi sta in mezzo, si notano diverse cose, ma una che non può scappare a tipo come me, è che, l’unico dei tre a non portare il cronometro al polso, adesso sarebbe vietato, è proprio Franco Volpi. Ovvero, gli altri: il computer, Franco: l’istinto primordiale) Anche nella classifica di tappa ho inserito dei atleti “nuovi di pacca” (e senza squadra) che non avevano fatto pre-iscrizione, avevano fatto richiesta di tessera, pensando che era la prassi giusta per fare iscrizione a gara. (la richiesta della tessera è una cosa, l’iscrizione alla gara è altra cosa, ci si può iscrivere alla gara anche senza tessera) Adesso, vado solo che a sentore. (seguo solo l’istinto, e magari anche sbagliando, ma nel decidere se tal cosa, è cosa di furbata o cosa in buonafede, mi affido al mio istinto) Poi, logico che, si accettano eventuali richieste di spiegazioni, eventuali reclami, eventuali altre risposte a domande inerenti alle classifiche. Le classifiche? non è possibile che sia sempre il sottoscritto a rendersi conto che ogni tanto ci stanno delle sviste. Poi, quella volta che c’è la svista, magari capita, che qualcuno, e in silenzio, ci rimane male. C’è svista a sfavore che lo riguarda ma sta zitto, questa cosa non è bella. (tutto sommato, adesso è da un bel po’ di tempo che nessuno ha da puntualizzare su delle sviste, ma non so se è bella o brutta cosa, nel senso che, se si sta solo sulla fiducia, vi ringrazio dell’opinione che avete del sottoscritto, però, se quando avete un attimo, controllate e comunicate le eventuali sviste, questo è solo che un favore al gioco. Se state dalla parte del gioco) Il gioco, più è corretto e senza sviste, più è bello. Non so se vi siete resi conto, questo, adesso come adesso, è il più bel gioco che ci sta nella provincia di Brescia in fatto di corse a piedi. Rovinare il gioco per delle banali sviste mi sembra cosa poco “intelligente”. Il fatto è che si è troppo pochi a fare servizio, qualcuno ha sulle spalle già ventidue gare, inizia ad essere un po’ stanco. Probabilmente, come avevo già annunciato, metteremo un limite alle iscrizioni. Il prossimo anno mettiamo tetto fisso, non superabile, il tetto max sono 140 iscritti a gara. Già con 140 iscritti a gara, il personale di servizio, se rimane questo, ha grosse difficoltà a seguire al meglio tutti i partecipanti. Per il personale di servizio, tanti e tanti atleti sul campo gara, diventa cosa da stress e non più di divertimento. Al momento, questo pericolo è scongiurato, e magari non c’arriveremo mai, però metto le mani avanti. Ci tenevo a chiarire questo punto. Carissimi, se potete vedere l’album photo della gara di ieri, è perchè c’è atleta che, invece di pensare per la sua classifica, pensa a voi, al bene del Torneo. MELANIA: GRAZIE, a nome di tutti i frequentatori del Torneo, a nome di tutti quelli che vanno a vedere la pagina di 44 Scatti, ancora GRANDE E GROSSO GRAZIE E UN GROSSO BACIO DA PARTE DI TUTTI NOI, DI CHI E’ CONTENTO DI RIVEDERE LA GARA ATTRAVERSO I TUOI SCATTI FOTOGRAFICI. Quest’anno il Torneo ha acquistato e a gratis, un bel tocco femminile. Tocco = gusto, ma il gusto, il ricercare il gusto è deformazione professionale di Melania, tanti e tanti, al momento di fare acquisto importante, si affidano a lei, tanti e tanti sono a conoscenza della sua professionalità della sua competenza in fatto di arredamento. Tanti sono a conoscenza dei preziosi consigli che può dare in fatto di arredare con gusto. Tanti, quando entrano nel suo negozio di arredamenti a Rezzato, (lo vedete è sulla strada, e già il vederlo da fuori, è già un bel biglietto da visita) si affidano a lei, sono indecisi, per questo motivo, per esser sicuri di non sbagliare e fare scelta azzeccata, si affidano “alle magiche mani” (conoscenza) di Melania. Il tocco femminile di Melania è valore aggiunto a qualsiasi tappa del Torneo, l’apprezzamento non viene da me, viene da diversi atleti che me l’hanno fatto notare sin dalla prima volta che ho pubblicato il suo album photo su 44 SCATTI . Alla prossima cazzata. Un Abbraccio, Many Kisses, Vi Voglio Bene. CIAO (mauro) 

REMEMBER FRANCO VOLPI RUN TRIBUTE

WOOHOO, EVVIVA, non me l’aspettavo cosi bella giornata. Vi ringrazio. La vostra nutrita partecipazione, mi ha lasciato sbalordito, mi ha lasciato quasi senza parole, quasi. Mai me lo sarei immaginato, e si che, di fantasia, qualcosa ho, ma una cosa così mai me la sarei aspettata. 102 GRAZIE, e ben 74 gli atleti in classifica, tanti i volti nuovi. Tanti vecchi volti e tanti volti nuovi, li accomuna, la stessa cosa, la simpatia, cosa che sul campo gara ha creato una bellissima e meravigliosa atmosfera. La gara ha visto  tagliare il traguardo per primi, tra gli uomini: Stefano Bertocchi nel tempo di 36’05” (ho anche messo a conoscenza del perchè, per gli amici, “riccio”, di come è venuta fuori questa cosa) Per le donne, primo posto: Angela Serena, nel tempo di: 39’45”. Dopo pubblico la classifica che riguarda i premiati (quella di tappa la pubblico domani), ma prima, mi soffermo sulla più bella cosa della giornata, ovvero, la presenza sul campo gara della figlia di Franco Volpi: Claudia Volpi: GRAZIE, non è arrivata da sola, e era già tanto bel regalo, ma ha portato anche il figlio: Leonardo, aspirante runner di buone speranze (e anche la cugina, entrambi le due donne, oltre che, tutte e due belle donne, anche molto cordiali e simpatiche). Leonardo, il nipote di Volpi, ha partecipato anche lui. Tra me e me pensavo: è giovane, chissà se ce la farà, mi sa che Paolo (il volontario addetto al fine corsa) sarà all’arrivo subito dopo di Leonardo. Ebbene, come è finita? è finita che Leonardo, non ancora tredicenne, se li è lasciati dietro quasi tutti, se non sbaglio, è arrivato tra i primi dieci o giù di li. Vedendolo correre, per me, ha la caratura e la potenzialità di poter provare, e riuscirci, a battere anche i record e i personal best del nonno. Tempo al tempo. Per me, c’è anche un motivo in più per ricordare per sempre la gara di oggi, Claudia Volpi, a ricordo della giornata, mi ha regalato una stampa che ritrae suo papà in pista all’Olimpico di Roma, la gara, quella volta che ha battuto il record dei 10000 su pista. (record che durava da più di venti anni o giù di li) Ha battuto quel record italiano di ben 21”. 10000 metri in pista, anno 1959. (le olimpiadi di Roma 1960? da “pazzi” non convocarlo. La storia la conoscete a menadito e meglio di me) Questa stampa di Franco Volpi, la incornicio e la metto tra i vari cimeli che riguardano la mia carriera di poco più che mediocre runner e ai ricordi sportivi di mio figlio, quelli no, quelli son di più alto livello. Dicevo, ah, si, anche la stampa che mi ha donato Claudia Volpi e ritrae il campione in azione, anche quella farà mostra sulla parete della scala di casa dove sono appesi e visibili i tanti bei ricordi. Ogni gradino, un ricordo. (ad iniziare dal 1993, 3° classificato di cat. nel Campionato di Corsa in Montagna del Gardesano) Finito col vantarmi, vado a pubblicare la classifica, però, prima, voglio RINGRAZIARE: i volontari del servizio gara e chi ha dato una mano, per permessi e quant’altro: POLIZIA LOCALE di BRESCIA, della logistica: i gestori del ristorante LE CAVRELLE. A seguire: AMBULANZA SVA SOPRAPONTE, Melania (nella doppia veste di: atleta e fotografa, album photo della gara) Milena, Mariele, Marrigo, Enrico, Andrea, Paolo, sua figlia, e l’amica della figlia. Un ringraziamento speciale, lo rivolgo a Mattia, la mattina è stato a correre su in Trentino, e oggi qui in Maddalena a fare servizio. Le classifiche sono sudore di Mattia. Ecco, è arrivato il momento di pubblicare la classifica dei premiati. PODIO maschile 1° Stefano Bertocchi 36’05” / 2° Luca Anselmini 36’43” / 3° Giovanni Baroni 36’52”. PODIO femminile 1° Angela Serena 39′ 45” / 2° Mariagrazia Roberti 42’11” / 3° Alessandra Seghezzi 43’37”. CATEGORIA Over Femminile: Daniela Papetti / Torri Salve / Marazzone Giuliana / Fasser Caterina / Franca Boldrini CATEGORIA Under Femminile: Daniela Saiani / Claudia Meloni / Ilenia Antares Brunelli / Melania Botti / Veruska Ghidini CATEGORIA Over Maschile: Eugenio Gabusi / Fabio Cucchi / Tiziano Massardi / Flavio Sciotti / Marco Pisoni CATEGORIA Under Maschile: Matteo Alberti / Andrea Zanardelli / Marco Bergamini / Salvino Sebastiani / Alex Savoldi. Adesso chiudo così, riprendo domani con la pubblicazione delle varie classifiche. Un Abbraccio, Many Kisses, Vi Voglio Bene. CIAO (mauro) 

JOLLY SCORE

Pagina aggiornata, buttate un occhio e, fate i vostri calcoli e quando avete fatto scelta dove giocare e se usare tal Jolly Score su tal Combinata Colorata, comunicatelo via e-mail. Un Abbraccio Vi Voglio Bene. CIAO (mauro)

TORNEO PODISTICO 2019 LE GARE (ricordo che, al momento, solo che bozza, può darsi che, nei prossimi mesi, diverse gare a scambiarsi di data)

1

california start & go

2

corrida di nuvolento

3

lumache a spasso tra le cascine

4

… erano gli anni run

5

cucchetto mountain run

6

trail  di valverde collina

7

survivor & trail a case vecchie

8

èl giro dei tre de butisì

9

trail cavalcata delle contrade di muscoline

10

rally del bosco

11

survivor & trail in cariadeghe

12

welcome sottonuvole trail

13

giro di s. martino

14

corsa del dragoncello

15

giro di selvapiana

16

the monte maddalena history trail

17

monte dragone adrenalinico trail & survivor

18

lemon 46 trailrunning

19

3 campanili di botticino run

20

cavalcata delle valli del marmo

21

cronoscalata della nottola run & bike

22

easy trail del bosco di città

23

belmonte running

24

almici running

25

parco airone nice place nice race

26

panoramica golfo di salo’ running

27

monte magno off-road

28

regogna trail starlight

29

valtenesi panoramico & trailrunning delle palafitte

30

cariadeghe off-road

31

dieci passi al castello di drugolo

32

criceto run by night 

33

remember franco volpi run tribute

34

canto del gallo run

35

california country race

36

trail adventure sul sentiero dei ciclamini

37

mai senza l’altro

38

giro dell’isolo del chiese

39

trofeo o.r.a. auto & service

40

valverde classic race

41

giro del montenetto

42

tapasciata dell’alto naviglio

43

daniel run by chiara

44

campagnola bella run

45

giro di s. andrea

46

camminando & correndo dove nasce il naviglio

47

california road run

ISPIRATA DAI VOSTRI SUGGERIMENTI: BOZZA REGOLAMENTO 2019

TORNEO PODISTICO 2019 (tesserati ASI Nazionale)

L’Associazione Amici Torneo Podistico, sono persone accomunate dalla stessa passione, e che praticano lo stesso hobby: La Corsa a Piedi, e che spontaneamente si sono aggregate. Per rendere più giocosa questa passione e questo hobby, organizzano un circuito gare denominato Torneo Podistico. Ogni gara è una tappa con un numero a seguire. Per rendere più coinvolgenti e appassionanti queste tappe si assegna un punteggio gara a ogni partecipante titolare di tessera ASI – Amici Torneo Podistico. Punteggio che determinerà una graduatoria di merito in fatto di premi sociali, sia di tappa, sia di fine anno. Il numero e la sede delle tappe che compongono il Torneo Podistico 2019 possono variare per eventuali problemi organizzativi, ovvero, autorizzazioni negate e quanto altro … Tutti possono partecipare, unico vincolo: se si vuole entrare in classifica, essere in possesso di certificato medico sportivo valido, che comprovi l’idoneità alla corsa a piedi.

Glossario

Tessera ASI Nazionale = è cosa che ha un suo costo. Cosa che è stata fatta per tutelare chi vuol giocare e serve in caso di patito infortunio durante la corsa podistica (poi è sempre la compagnia assicuratrice che decide il diritto a eventuali risarcimenti, di sicuro non possono decidere gli organizzatori, che più di fare tessera che serve a copertura, di più, non possono fare)

Titolare Tessera ASI Nazionale (Associazioni Sportive e Sociali Nazionali) rilasciata da AMICI TORNEO PODISTICO = il partecipante che ha consegnato, obbligatoriamente, visita medico sportiva valida, leggibile, e relativa quota tessera. Sono pochi euri, spesi bene. (fare la tessera del Torneo, sarà da previdenti? sarà forse da sciocchi fare la tessera a copertura di eventuale infortunio patito in gara? una bella copertura assicurativa per pochi €, non è mai da sciocchi)

Amici Torneo Podistico = associazione di persone appassionate della corsa a piedi, che di loro spontanea iniziativa hanno dato vita a un calendario di corse podistiche, organizzando anche un bel gioco con la corsa a piedi.

Torneo = è un bel gioco, è circuito di corse podistiche a tappe e che assegna dei punteggi e dei premi a ogni tappa.

Tappe = corse podistiche competitive e non, a passo libero, e che rientrano e omologate: circuito gare AMICI TORNEO PODISTICO

Atleti = persone che sono in possesso di certificato medico sportivo che comprova la loro idoneità a praticare la Corsa a Piedi e si sono iscritti per fare il giro della tappa camminando o correndo, a passo libero.

Tesserati = i partecipanti che sono titolari della tessera AMICI TORNEO PODISTICO.

Finalisti = i primi 33 classificati della Combinata Rainbow Individuale, senza distinzione di età e di sesso e se hanno disputato a almeno 22 tappe, a fine anno, vengono premiati. Fanno testo le classifiche di tappa.

Pre-Iscritti = atleti che hanno capito che questa è prassi che aiuta entrambi, aiuta gli organizzatori, aiuta le squadre e aiuta gli stessi atleti. Ovvio che poi, se pre-iscritti, e a fronte di mancata partecipazione alla tappa, si decurtano 300pt. in Combinata Rainbow Individuale.

Iscrizione il Giorno Gara = vuol dire che, si accetta, e si, l’iscrizione il giorno della gara. Per i non competitivi si accetta, preferibilmente, sul campo gara. Il costo del cartellino della non competitiva è costo fisso, è 3€. Per la competitiva il costo del cartellino è di 6€, questa è la norma adottata e stabilita per l’anno sportivo 2019 (c’è stato aumento? è vero, cosi come c’è stato aumento di costi in fase organizzativa, ci siamo dovuti adeguare. Questa sarà la norma, ma può essere che, qualche organizzazione indipendente e aggregata a Amici Torneo Podistico, per quanto riguarda la fase modalità e costo cartellino iscrizione, decida in proprio e diversamente) 

Squadra = è gruppo di atleti che hanno fatto la tessera ASI – AMICI TORNEO PODISTICO e che di comune accordo hanno formato una squadra, rigorosamente, con nome di fantasia. Come per i finalisti, anche la squadra, se vuole accedere alle premiazioni finali, deve essere presente in classifica di: almeno ventidue tappe.

Trasferimento = Non è ammesso trasferimento di atleti da una squadra all’altra a Torneo in corso. Alla prima volta che si gareggia con una squadra, quella rimane per tutte le tappe del Torneo 2019

Delega = è cosa logica, si accetta delega ritiro premio. Detto questo, non mettiamo un limite alle deleghe. 

Premessa = Ovvio che, il gioco, per diventare bello, deve prevedere anche premi belli. Ovvio che, essendo il TORNEO autofinanziato dagli stessi partecipanti e tesserati, i premi belli, si possono fare solo se c’è classifica di tappa interessante. Ovvio che, se non c’è classifica di tappa interessante, i tesserati che giocano non hanno colpe. Per questo motivo, per mediare alle due situazioni, si deve tracciare una linea che separi. La linea è subito tracciata, e è questa: i premi, come di seguito previsti e annunciati, questi premi sono garantiti a patto che si registri una cosa, una classifica mediamente interessante. A fine anno, in caso di mancato quorum partecipazione richiesto, si andranno a modificare sia la quantità che la natura dei premi.

Classifica Mediamente Interessante = Per classifica mediamente interessante, quella che garantisce tutti i premi cosi come annunciati di seguito, risulta prendendo le 40 tappe con classifica più corta, se la media delle 40 tappe con classifica più corta è dai n°100 classificati in su, ok, tutto a posto. I premi sono confermati, punto per punto. Diversamente, se la media non arriva ai cento classificati? per forza di cose, si va a modificare anche le premiazioni di tappa e finali. Si seguirà andamento di premiazione in base alla media gara effettiva.

Premi Finali Squadre = media n°140 1° 4000€ / 2° 2000€ / 3° 1000€ media n°100 1° 3000€ / 2° 2000€ / 3° 1000€ media n°70 1° 2000€ / 2° 1000€ / 3° 500€ media sotto n°50, premi di varia natura, ovvero, le sportine, le scatole, le sacche.

Costo Cartellino Iscrizione a tappa = sei euri (6€) è il costo cartellino iscrizione competitivi, a singola tappa, in questo modo suddivisi: 3€ del cartellino sono destinati ai premi, (1,5€ del cartellino, vanno a formare il jackpot che riempie le buste finali della Rainbow, quelle riservate alle prime tre squadre classificate e 1,5€ del cartellino destinato ai premi di singola Tappa. Che poi non sarà il cartellino, ma sarà il numero del pettorale gara, di volta in volta, sempre pettorale gara nuovo. Non sono mica i 10 cent di n°1 pettorale gara a mandare in crisi il Torneo, che moltiplicato n°100 pettorali a gara, quanto fa? esatto, fa 10€. Dieci euri a gara non cambiano l’andazzo del Torneo, ma si spera che, oltre a facilitare il tavolo iscrizioni, facilitino anche al momento di fare ordine di arrivo) 1€ del cartellino è destinato ai Volontari Ambulanza. 2€ del cartellino destinato alle spese correnti che servono a organizzazione della tappa. Ritornando al jackpot di tappa, se teniamo buona la media tappa di n°100 atleti in classifica, sicuro che, a ogni tappa, fa anche 300€ destinato ai premi. Ebbene, questi trecento euri si spaccano a metà, (si dividono a metà) 150€ a tappa, vanno alle squadre, nel jackpot riservato alle tre buste finali della Rainbow (alle prime cinque gare di rodaggio è cosi, per far capire la sfumatura del gioco di tappa, poi, se ci sarà da aggiustare il tiro, aggiusteremo. Nel senso che, le buste tappa non possono mangiarsi il premio di tappa dei singoli, cosa che con maggior partecipazione, si riesce a accontentare sia squadre sia i singoli) Con classifica che mediamente fa registrare n°100 atleti a tappa, i 6000€ Rainbow Squadre non sono fantasia. Calcoliamo? la metà di 300€ è 150€ x 40 tappe media = 6000€ che sono esattamente le tre buste (3000€ / 2000€ / 1000€) o no? L’altra metà riservata al montepremi, va sempre destinata alle Squadre e ai singoli Atleti, ma come premio di tappa. Ovvero, a ogni tappa, non è fantasia che le prime tre squadre, che risultano da una particolare classifica, si beccano 50€. In ipotetico e quanto mai improbabile caso di eccedenza dei 150€? ovvero classifica più lunga di n°100 classificati? in questo ipotetico caso, dopo aver tenuto conto anche del costo del montepremi riservato agli Atleti in premiazione, l’eccedenza va solo che alla prima squadra di questa speciale e particolare classifica. (nel senso che, il secondo e il terzo posto di squadra, beccheranno sempre 50€ come cifra massima) Nel caso che, non si raggiunge classifica di tappa lunga n°100 classificati? in questo e meno ipotetico caso, si dovrà diminuire anche il rispettivo montepremi di tappa e, se classifica più corta di un tot numero, il premio tappa riservato alle squadre è castrato, eliminato, non si assegna. Però, agli Atleti, il premio tappa è sempre garantito, fa fede il volantino di presentazione della gara che è pubblicato nella home page di questo sito (volantino pubblicato su altri siti web non fa testo, nel senso che, altri siti web pubblicano di tutto, ma poi si dimenticano di pubblicare anche le rettifiche o i cambi che nel frattempo sono intervenuti a modificare tal volantino pubblicato in precedenza. Sicuro che ci sono siti web che si interessano di corsa a piedi, e che sono seri e corretti, però mi premeva precisare la cosa, perchè sicuro che anche il prossimo anno si assisteranno a variazioni e sicuro a Torneo in corso) 

Rodaggio = sicuro che, può essere di dover aggiustare il tiro, per questo motivo, le prime 5 tappe, sono considerate un banco di prova, dove non si starà a cavillare più di tanto. Le prime 5 gare sono molto importanti, servono per vedere se c’è e di quanto c’è da aggiustare il tiro, ma visto che il gioco è un gioco nuovo, queste gare di rodaggio servono anche per consentire ai nuovi atleti di iniziare a conoscere il nuovo gioco e iniziare pure loro a giocare. Logico che, anche ai nuovi va dato un po’ di tempo per iniziare a conoscere le sfumature che ci stanno nel gioco, o no?

Regola o Norma Mancante = eventuali situazioni particolari, o carenze, o sbagli organizzativi, o cose non contemplate nel regolamento, l’ultima parola spetta a l’arbitro del gioco, spetta al sottoscritto.

FASE BUROCRATICA

1) Il Torneo è associazione affiliata a Eps ASI Nazionale, che a sua volta, è ente riconosciuto dal CONI. (detto questo, è più che logico che si devono rispettare le norme che regolano tale affiliazione. Tra queste normative ci sta anche l’obbligo, per l’organizzatore, di accertarsi se, chi si iscrive alla gara è in possesso di visita medica sportiva valida. Non è il Torneo, è voler portar rispetto per le regole)

2) Le gare hanno regolare copertura di Polizza Assicurativa RCT, che ASI Nazionale ha stipulato a nome e vale per tutte le associazioni che sono affiliate ad ASI. La tessera personale ASI rilasciata da AMICI TORNEO PODISTICO, (non obbligatoria per gli atleti occasionali) è altra e ulteriore e importante copertura assicurativa personale e copre malaugurato e eventuale infortunio patito in gara.

3) La tessera del TORNEO ha la durata di 1 anno e ha un suo costo, a seconda se si è atleta libero o se si è atleta di una squadra che partecipa al TORNEO

FASE SQUADRE

1) Le squadre, al momento di comunicare la registrazione del nome, devono nominare un loro capitano e due vice (tre dirigenti, solo a loro si consegneranno in mano le eventuali buste valore. Da qui si evince del perchè si voglia, è per forza di cose, che almeno 1 dirigente deve sempre essere presente in classifica. Non è per sfizio, quando c’è in ballo il …) Non è imposto il limite massimo di numero atleti componenti la rosa della squadra. Si possono reclutare atleti fino a l’ultima tappa. Le cose fatte (e anche reclutamento e tessera. Nel senso che, può darsi che atleta occasionale, decida li, al momento, sui due piedi, mentre fa cartellino iscrizione, già che è li, decida di fare anche la tessera del Torneo in modo da portare i suoi punti a una tal squadra. Questa cosa è accettata, logica dice che, se aumenta il numero degli atleti, aumenta anche il jackpot, il vantaggio, oltre a squadra che si dà da fare, il vantaggio va anche all’andazzo del Torneo) prima della partenza valgono per la tappa. Le cose fatte dopo la partenza? valgono a partire dalla tappa successiva. 

2) Le squadre, per entrare in classifica di tappa, devono essere composte solo da atleti titolari di TESSERA del TORNEO (fatta eccezione per i Volontari e fatta eccezione per le gare di rodaggio) e devono essere composte da minimo n°10 atleti dirigente compreso, e in aggiunta, (oltre ai dieci in gara) obbligo di assegnare compito di Volontari Servizio Gara a almeno n°2 persone, questo a ogni tappa (fatta eccezione le gare di rodaggio). Questa cosa la chiamiamo: Gate, ovvero, il passaggio obbligato per validare la gara della squadra. Diversamente, anche se con tanti e tanti atleti in gara, anche se si totalizza miglior punteggio tappa, ma se poi, carenti dei due Volontari Service, la squadra viene eliminata dalla classifica di tappa. (se si deve sudare, più siamo a sudare, meno si suda. Stessa cosa di gioire, di godere, meglio se si gioisce e si gode entrambi. Il bello è giocare non solo con la lingua, non solo a parole)

3) Per le squadre, ci stanno due classifiche ben distinte. La prima riguarda la CLASSIFICA di TAPPA, premiata a fine gara, premiate le prime tre. La seconda riguarda la classifica RAINBOW finale, (premiate le prime tre) la quale Rainbow, è fatta di due parti: da 1 classifica Regular Season (passano il turno le prime tre) e da 1 classifica Girone Finale

a) CLASSIFICA di TAPPA: Si privilegia la quantità, mista a un po’ di qualità. Si tengono buoni i primi 50 arrivi, senza distinzione di età e di sesso, (nella Rainbow vantaggio femminile, nella Tappa vantaggio maschile) non si guarda la posizione di classifica, nel senso che chi è arrivato primo, conta n’è più e n’è meno, come gli altri che sono arrivati dietro. Dopo la conta, la squadra che nei primi 50 ha messo dentro più atleti, risulterà 1° posto e, beccherà la busta valore di 1° posto. (in caso di parità? vantaggio a squadra con atleta meglio classificato) Riassumendo: Gate + Best 50 = Classifica di Tappa

b) REGULAR SEASON: sono le prime 40 tappe. Questa prima parte si chiama: Regular Season. Questa è fase altrettanto importante per le squadre, determina le tre squadre che passano il turno e che, andranno, ripartendo tutte e tre da zero punti, andranno a giocarsela nel Girone Finale (poi, una volta che si è arrivati li, il pallone è rotondo). Il punteggio in questa fase è così composto: Gate (ovvero, almeno 1 dirigente + 2 volontari, se manca questo requisito, squadra fuori classifica) + quantità (numero totale dei presenti in classifica di tappa, compreso i volontari, più volontari di tal squadra a fare “service”, logico, che è più vantaggio. A mio parere personale, per beccare a fine anno, contano molto di più i Volontari che gli Atleti, se qualche squadra avrà problemi a qualche tappa, sarà per mancanza Volontari, non per mancanza Atleti. Da questo si evince che, squadra composta da una trentina di camminatori che si alternano a fare servizio, sicuro che avrà la meglio su squadra di una trentina di atleti che amano solo che gareggiare, e è da capire: l’atleta, non si allena tutta settimana per poi, la domenica, fare il Volontario Servizio Gara) + pt.qualità (ovvero, n° degli atleti in classifica di tappa nelle prime venti posizioni) + pt. atleti (che è la somma del punteggio di tappa di tutti gli atleti compreso i volontari) Per quanto riguarda i tre parametri in questione, a ogni parametro, si assegna un punteggio a scalare, (con nuovo sistema: 10 > 8 > 6 > 4 > 2 > 2 > 2 e cosi via) poi si fa la somma dei tre parametri, dalla somma dei tre parametri risulta una unica classifica. Dopo questa somma la classifica diventa così: 1° posto 10pt / 2° posto 8pt. / 3° posto 6pt. / 4° posto 4pt. / altre posizioni 2pt.

c) GIRONE FINALE: è la fase finale della Combinata Rainbow, (sono le ultime tappe, prima della tappa finale, quella della festa) sono le tappe dalla n°41 fino alla penultima tappa compresa. Queste ultime tappe sono chiamate GIRONE FINALE. Accedono al Girone Finale le tre squadre con punteggio più alto in Regular Season, calcolo compreso dei n°4 Jolly Lucky di 20pt. ciascuno. Al Girone Finale, cambia una cosa, cambia che, oltre ad aver azzerato il tutto, il punteggio è portato solo dagli atleti che hanno già gareggiato, e minimo, a ventidue (n°22) tappe di Regular Season. Mentre per la classifica di tappa a squadre, quella di giornata, per quella, vale la prassi usuale. (per la tappa, vale anche il punteggio del tesserato, li, al momento, il giorno stesso della gara) Per quanto riguarda il criterio di punteggio, è il solito della Regular Season. A parità di punteggio, sia di tappa che finale, (non ci può stare parità, n’è di tappa n’è finale, logico, per via delle buste valore) vantaggio alla squadra messa meglio in Regular Season, e in ulteriore parità, vantaggio alla squadra con atleta meglio classificato

d) JOLLY LUCKY, ogni Jolly e sono n° 4, regalano 20pt. ciascuno I Jolly Lucky sono quattro tappe Regular Season estratte a sorte, beccano tutte le squadre che sono presenti in classifica di tappa estratta a sorte. (stessa cosa è per l’individuale)

e) JOLLY SCORE, sono i punteggi delle prime cinque tappe, ovvero, che ricordo, sono anche le tappe di rodaggio. Il Jolly Score è la stessa cosa che avviene nel gioco delle carte, funge allo stesso modo, dove, ad esempio, a Scala 40, il Jolly può sostituire qualsiasi altra carta da gioco. Nel Torneo, il Jolly Score, può sostituire qualsiasi altro punteggio di qualsiasi e eventuali altre Combinate. (nel senso che al momento non si sa ancora se ci staranno e in che gruppi saranno suddivise)

f) RODAGGIO è la fase delle prime cinque tappe, in questa fase vale di più il sentore dell’arbitro che il regolamento. (non si sta a cavillare, decide l’arbitro. E anche per il fatto di consigliare a atleta ignaro, di fare tessera del Torneo e il conseguente accasamento con una squadra, che si ritiene, a lui più adatta, o anche per aiutare squadra che in quella tappa manca di qualche atleta per fare: dieci in classifica. Stessa cosa dei Volontari di Servizio, se una tal squadra non va in classifica per mancanza di n°1 Volontario? stessa cosa, alle prime cinque gare, ci sono dei Volontari Jolly, che di volta in volta, aiutano una squadra e un’altra volta aiutano un’altra. Alle prime cinque gare di “rodaggio” è cosi. Che fai, vedi squadra che è ferma a otto/nove atleti e se c’è l’opportunità, non gli inserisci uno o due atleti di quelli nuovi, di quelli che si sono iscritti li, il giorno della gara? e che del Torneo nulla sanno. Più siamo a giocare più bello diventa il gioco. Vediamola come una cosa per bilanciare il gioco, logico che, alle prime tappe, gioco sbilanciato, e di molto, dalla parte delle squadre che già conoscono tutte le sfumature che ci stanno dentro. Poi è di logica che un potenziale nuovo atleta va a cercare di accasarsi con la squadra più forte, la Major, quella favorita a beccarsi il primo posto, quello che regala la busta valore più succulente. In queste prime cinque tappe la decisione dell’arbitro è inappellabile)

FASE ATLETI

1) La tessera ASI “griffata” AMICI TORNEO PODISTICO (che ricordo: Amici Torneo Podistico è una aggregazione spontanea, una associazione, e, il Torneo sono solo che gare sociali) viene rilasciata dietro consegna di fotocopia del certificato medico e si pratica costo dimezzato per gli atleti che gareggiano per squadra registrata al TORNEO con nome di fantasia. (Costo intero per gli atleti liberi. Non ha senso giocare senza squadra. Si comunicherà prima di inizio Torneo il costo della tessera. Due anni abbiamo fatto tessera a gratis e è stato flop. Lo scorso anno, 2017, si faceva tessera d’ufficio, anche a chi non interessava giocare col Torneo, risultato? più e più di un centinaio, le tessere fatte, e più di un centinaio quelle mai state ritirate, quelle che adesso usiamo come tagliando buono caffè. Quest’anno? anche quest’anno, 2018, tessera a gratis, ma si deve versare cauzione, nel senso che, minimo, si deve partecipare a cinque gare, se si vuol che la cauzione venga restituita. Però, questa cosa della cauzione ha creato al tavolo iscrizioni solo che problemi su problemi. Non avendo numero adeguato di volontari, per seguire questa fase, la cosa, cosa cosi è stata come un boomerang che ha colpito al tavolo iscrizioni la burocrazia del Torneo. Col 2019, si cambia, la tessera viene rilasciata solo a chi è interessato a giocare col Torneo, e è già una bella cernita. La cosa che è stato introdotto un costo, permette, e sin da subito, di vedere chi interessato e chi no, a giocare col nuovo gioco. Logico che chi è interessato a giocare col Torneo, sicuro che trova, si dà da fare per trovare anche una squadra, che non è solo un modo di pagare tessera la metà, ma la tessera è cosa che dà, oltre a valore aggiunto, è un tutelarsi, un mettersi in sicurezza. Il valore aggiunto è il piacere di giocare con la corsa a piedi in tutta sicurezza di copertura assicurativa. Il costo della tessera, per chi vuol giocare e si è accasato con una squadra che si è registrata, è costo dimezzato, nel senso che, se poi l’atleta non partecipa almeno a n° 5 tappe, sarà la squadra stessa a versare il conguaglio dell’altra metà del costo tessera. Questo è un modo per responsabilizzare i dirigenti della squadra e gli stessi atleti. Cari dirigenti: tirar dentro si, ma state attenti, tirate dentro chi vi garantisce almeno cinque tappe, altrimenti? altrimenti l’altra metà della tessera, a fine anno sarà addebitato alla vostra squadra) Per gli atleti, per qualsiasi atleta, accasarsi con una squadra già alla prima gara che si partecipa, è sicuramente vantaggio.

2) Iscrizione a gara: ogni tappa prevede anche la possibilità di pre-iscrizione. La pre-iscrizione regala vantaggio sia all’atleta che alla squadra e facilita l’organizzazione.

a) Entro il Giovedì prima della gara di Domenica vale bonus di 100pt.

b) Entro il Venerdì prima della gara di Domenica vale bonus di 50pt.

c) Entro le ore 16 del Sabato prima della gara di Domenica zero bonus (il servizio pre-iscrizioni chiude alle ore 16 del sabato. Alle ore 16 di giovedì quando è gara serale)

d) Iscrizione con maggiorazione di 2€ il giorno della gara si rientra in “situazione del Sabato” (ovvero, punteggio si, ma, zero bonus. Cosa che è stata introdotta per venire incontro a squadre con atleta o atleti che si sono liberati da impegni solo a l’ultimo momento. In questo modo non si perdono i punti dell’atleta. Nel 2018, per lo stesso motivo, a diverse tappe, qualche squadra, a non conteggiare punti di atleti di caratura, perchè? perchè atleti non pre-iscritti. Per ovviare a questa antipatica situazione è stata adottata, e anche qua al Torneo, la maggiorazione. Magari, a toccarli nel portafoglio … Che poi, logico che sarà la stessa squadra a mettere mano al portafoglio. Che fai, rischi di lasciar fuori atleta di caratura? rischi di non beccare busta di tappa?)

e) Iscrizione senza maggiorazione il giorno della gara si accetta (è sempre stata accettata) ma, e ripeto, (repetita iuvant) non si beccano punti, svantaggio per s’è stessi e per la squadra.

3) Per la classifica RAINBOW INDIVIDUALE, si tiene conto di pt.età (doppio gli uomini, triplo le donne) + pt.crono + pt.bonus femminile + pt.bonus pre-iscrizione. Ci stanno anche 4 punteggi Jolly Lucky, di 1000pt. (ogni Jolly regala 1000pt. individuali), a chi presente in classifica di tappa fortunata. (l’estrazione dei Jolly Lucky, sia individuale, che a squadre, avverrà durante le premiazioni di tappa n°40) Inoltre, si assegna n°1 Bonus Service Individuale, e questo bonus, vale 5000pt. e solo per la classifica finale RAINBOW INDIVIDUALE (comunicare la disponibilità di servizio almeno, almeno 1 mese prima di tal gara scelta, come gara, per beccare Bonus Service. Questo per vedere se è data libera o se data già prenotata da altri atleti. Che fai, corri il rischio di avere in una gara una cinquantina di volontari e, in tante altre tappe, avere tanta e tanta penuria di addetti service?)

4) CLASSIFICA DI TAPPA: le premiazioni seguono l’andazzo, il gradimento, il numero dei cartellini venduti. (a qualsiasi corsa competitiva e non, beneficenza e non, si vendono i cartellini iscrizione e noi del Torneo siamo quelli che ne vendiamo di meno. Datemi voi la spiegazione di questa cosa, da qui si evince che, probabilmente sono giri di corsa a piedi meno importanti? meno belli? meno premiati? meno pubblicizzati? fuori Majors Calendari Podistici? la risposta è più semplice e più immediata, ognuno va a correre a piedi dove vuole, dove gli ispira di andare a gareggiare quel giorno, ovvero, libertà di scelta?) Nella fase Rodaggio, (poi, le gare successive, sarà l’andazzo a decidere, se un buon andazzo, si continuerà con le varie cat. previste, altrimenti, ci si adeguerà all’effettivo e reale andazzo che ci starà al Torneo) a ogni tappa si premiano: Podio M/F (non cumulabile) Primi 3 M/F di ogni categoria (non cumulabile. cat. A arriva fino a 38 anni / cat. B fino a 48 anni / cat C fino a 58 anni / cat. D da 59 anni in su) M/F più su di età (non cumulabile) M/F da più lontano (non cumulabile) M/F locale (non cumulabile) M/F ultimi al traguardo (entro tempo max, premio, non cumulabile. Ma se arrivano ultimi, che cosa c’è da accumulare? ci stanno i premi a sorteggio, o no?) Premi a sorteggio. Logico che, viste le prime cinque gare di rodaggio, se ci sarà da aggiustare il tiro, qualcosa si farà. (diciamo, in totale, una cinquantina di premiati a tappa, da qui si evince che, per forza di cose, la media partecipanti deve aumentare, i cinquanta premi a tappa non possono mangiarsi quello destinato per i premi finali, o no?)

FASE VOLONTARI SERVIZIO GARA

Questa è la fase più critica, senza Volontari non ci stanno nemmeno le gare, non ci sta nemmeno il TORNEO. Che soluzione adottare per ovviare alla criticità di questa fase? Sicuro che prevedere il Jolly Servizio Volontario Gara su percorso non è sufficiente, vedi anno 2018 e, visto i precedenti, per ovviare alla criticità di questa fase è stato abbinato un obbligo, (con la lingua si fa presto, è averlo duro che …) un obbligo che le squadre devono accettare. Logico, devono accettare solo se vogliono beccare punteggio di tappa (metti che una tal squadra non arrivi, a quella tappa, non arriva a dieci atleti in classifica, che te ne fai dei due volontari service?) Questa cosa, questo scoglio (che è la prima parte di una parola che prosegue con: namento. Questa cosa è scoglio sia per me che per le squadre, è anche cosa che può far finire sullo scoglio la nave del Torneo? Corro forse il rischio concreto di far diventare il Torneo come la C…, di farlo finire a cozzare contro lo scoglio? corro il rischio di diventare una cosa come lo S… della corsa a piedi? Scusate la cazzata, ma i paragoni spiritosi, cosi come le persone, sono cose che mi stanno simpatiche) da superare, lo devono e per forza, considerare. La soluzione di abbinare un obbligo non è stata bella cosa, questo sicuro, però, forse, è stata l’unica via percorribile. Inoltre, fare Servizio a una tappa, vuol dire fare servizio anche alla propria squadra, (sia l’atleta che il volontario, non possono cambiare squadra, a piacimento. Alla prima volta che portano punteggio a tal squadra, sempre quella dev’essere e a tutte le tappe) un eventuale modo di farla entrare in classifica di tappa e classifica finale, ovvero, buste succulenti. Service aggiuntivi dello stesso atleta, (dopo il Bonus Service da 5000pt.) sono calcolati, si usa il sistema che si è usato anche nel 2018, gli eventuali Service aggiuntivi, vengono messi in coda alla classifica vera e propria della tappa. Di diverso, rispetto allo scorso anno, che a ogni atleta in veste di volontario sarà assegnato lo stesso e identico ordine di arrivo, ordine di arrivo derivante dal punteggio dell’ultimo classificato che ha gareggiato. Può essere cosa che, può far comodo agli atleti anche in caso di infortunio, per non lasciarsi scappare i Jolly Lucky.

COMBINATA 10 X 33

Non si vive solamente di e per la sola corsa a piedi, non si vive di solo Torneo Podistico, questo è più che logico. Visto i precedenti del 2017 e del 2018, pensare ancora di inserire dieci Combinate anche nel 2019, nemmeno per sogno (magari qualcuna si, ma senza a arrivare a dieci). Sia 2017, sia 2018, a beccare in queste particolari classifiche, sempre o quasi sempre gli stessi atleti. Sempre gli stessi atleti a beccare premi su premi, diventa cosa da privilegiati. Non è per far dispetto a quei, e sicuro che, più che meritevoli atleti, ma è il voler condividere, dividendo il montepremi fra più atleti. D’altronde, la classifica Rainbow Individuale, penalizza molto gli atleti di maggior caratura, i quali, per forza di cose, hanno anche altre gare e ben più importanti. La corsa a piedi non è relegata solo a partecipare alle gare del Torneo, sarebbe riduttivo, sarebbe limitante, sarebbe un’insulto alla stessa corsa a piedi. La corsa a piedi non è solo che limitata a correre bei giri panoramici e nel bosco e in montagna, non è solo che limitata a: correre per beccare le sportine. La corsa a piedi è anche gara, competizione, è la soddisfazione di dire: c’è l’ho fatta. C’è l’ho fatta a arrivare davanti a …, c’è l’ho fatta a entrare in premiazione di categoria, c’è l’ho fatta a vincere gara importante, c’è l’ho fatta a vincere medaglia e maglia di …, (e più importante è la gara, più c’è soddisfazione) Per questo motivo, se la Rainbow coccola chi partecipa più spesso, la Combinata 10 X 33, è stata pensata e allestita per dare una piccola soddisfazione anche agli atleti di caratura. Nel senso che, basta partecipare a n°10 gare e si entra in classifica. Nel senso che, di ogni atleta, si prenderanno le dieci gare migliori della Regular Season e si farà la somma del punteggio di quelle dieci gare, e si stilerà una classifica a parte. Questa classifica a parte diventerà la Combinata 10 X 33, dove: dieci, sta per il numero delle gare prese in considerazione, e dove: trentatre, sta per il numero degli atleti premiati.

Fase Premiazioni Finali

Le premiazioni finali si svolgeranno tutte alla Festa di Fine Torneo 2019 (al momento, più che logico che non si conosce il posto scelto dove dar vita alla festa)

1) PREMIATI I FINALISTI, che sono i primi trentatre della classifica finale Rainbow Individuale (se hanno regola ok, ovvero essere presenti in classifica di almeno 22 tappe, da atleta o volontario, sempre presenza è. Questo vale anche per i Jolly Lucky, da atleta o volontario, sempre presenza è)

a) I primi dieci in classifica Rainbow con questi premi: … (logico che, prima c’è da vedere l’andazzo della media partecipazione a tappa, quella che ne vien fuori a fine Torneo. E’ impensabile e prematuro dichiarare i premi senza tener presente l’effettivo andazzo che c’è stato al Torneo)

b) Da 11° posto fino a 30° posto della Rainbow, stessa cosa, è la media partecipazione che suggerisce i premi, è l’andazzo che indirizza su che tipo di premiazioni e la natura dei premi

2) PREMIATA la 10 X 33, è ancora, e sempre, la media partecipazione, l’andazzo, che anche in questa combinata sta a suggerire che tipo di premi. (però, qui c’è un però, la media è calcolata a fine Regular Season, a tappa n°40)

3) PREMIATE LE PRIME TRE SQUADRE DELLA CLASSIFICA RAINBOW, le buste valore, quanto succulenti? dipende e ancora tutto dall’andazzo. (sarà da intelligenti a far lievitare il montepremi o sarà da sciocchi, “bruciare” qualche migliaio di euri per pochi atleti in meno, a tappa? la risposta datemela voi, la scelta è solo che vostra)

4) PREMIATI I VOLONTARI, quelli con più service sulle spalle. Questa è premiazione extra, è sicura, è confermata, tant’è che pubblico già la natura del premio extra. Il premio extra è il pranzo sociale a gratis, il pranzo della festa finale. (però tenete presente, la cosa, Volontari quelli con più service sulle spalle, stessa cosa del premio riservato agli atleti, ovvero, almeno e minimo n°22 service) 

5) LE COMBINATE, sono sempre state il fiore all’occhiello del Torneo, (vedi la Combinata del 2015, Certe Notti e la Combinata the Final Countdown, del 2016, spero di non sbagliare la cronologia delle date) una peculiarità del Torneo (… le notti non finiscono all’alba nella via … le gare del Torneo non finiscono tagliato il traguardo, vanno avanti, traguardo dopo traguardo, vanno a premiare anche altre situazioni) A calendario ufficiale ultimato, e visto le prime cinque tappe di rodaggio si comunicherà se ci saranno novità anche in questo campo (dipende poi e sempre dall’andazzo, con scarsità e con classifica corta, cosa vuoi premiare? vediamo come sarà alle prime cinque gare del 2019, poi si deciderà il dà farsi)

TORNEO GAME OVER, la festa sociale

La festa di fine Torneo Podistico è all’ultima tappa, quella (se la situazione rimane questa) presso la Palestra California, la California Road Run. Spero, mi piacerebbe, di continuare la tradizione di offrire ancora pranzo a gratis. (tutto dipende e ancora dalla media partecipazione a tappa, tutto dipende, non da me, ma da voi, la scelta è vostra) Gli atleti meglio classificati, ovvero, i primi trentatre della Rainbow Individuale, oltre al premio, a loro, mi piacerebbe offrire, a gratis, anche pranzo e festa. Stessa cosa ai premiati della Combinata 10 X 33 (poi, sicuro che ci starà chi risulta presente e premiato in entrambe le due classifiche, logico che, il pranzo offerto a gratis è e rimane 1 solo, mi sembra logica la cosa) Chi non ha pranzo gratis? per gli atleti che non hanno pranzo a gratis? per loro: (e anche a amici, conoscenti e quant’altro) viene inventato un prezzo da pagare, un costo che è un favore. Una festa è più bella se si sta con chi si conosce e ci vuol bene. Un Abbraccio, Many Kisses, Vi Voglio Bene.

Sono graditi: osservazioni, pareri, suggerimenti, dubbi, perplessità e critiche. Grazie ai vostri commenti e alle vostre segnalazioni, questo regolamento, indosserà, di volta in volta, giorno dopo giorno, sceglierà e indosserà veste nuova, fino a trovare la veste più bella, la veste definitiva. CIAO

ALCUNE DELLE DOMANDE FREQUENTI

COSA È LA TESSERA ASI Amici Torneo Podistico 2019? È uno dei (pochi?) bei aspetti del Torneo, è un vero e proprio valore aggiunto che ci sta dentro nel andazzo del Torneo. Però, c’è un però, la tessera ASI, è rilasciata solo al partecipante che consegna la fotocopia leggibile del certificato medico sportivo valido. ASI Nazionale, è un Ente di Promozione Sportiva riconosciuto dal CONI. ASI, è acronimo di Associazioni Sportive e Sociali Italiane. Questa è una tessera utile, e serve, oltre che per essere in regola col Torneo, serve anche in caso di malaugurato e patito infortunio capitato o causato, dall’aver partecipando a gara del Torneo. Vedi regolamento 2019.

ISCRIZIONI a GARE 2019? Sono previste le solite due modalità di iscrizione. Iscrizione on-line o iscrizione il giorno della gara. Il costo? per il 2019 c’è stato da fare inevitabile aumento, si è dovuto e per forza di cose, fare un ritocco sul costo cartellino iscrizione, e è diventato così: 3€ la non competitiva e 6€ la competitiva. Vedi regolamento

ISCRIZIONE ON-LINE? Da questo sito. Questo tipo di iscrizione consente, senza pagare maggiorazione, consente di entrare nella classifica delle tal Combinate: sia Rainbow e sia 10 X 33 e anche a eventuali altre Combinate allestite ad hoc. Per chi, come me, non ha molta confidenza con tale procedura, vale anche la conferma di pre-iscrizione fatta via telefono, o fatta tramite qualsiasi altro modo, se fatta nei tempi previsti (via mail è meglio, è cosa scritta che rimane, e è cosa inattaccabile da eventuali contestazioni dubbi o sospetti. Fatevi fare pre-iscrizione dal capitano della vostra squadra, o da qualche amico o amica pratici di queste cose. Che è cosa molto più facile di quella di fare acquisti on-line) Vedi anche norma del regolamento che riguarda questa fase.

ISCRIZIONE ALLA COMPETITIVA IL GIORNO DELLA GARA? L’iscrizione a 6€ il giorno della gara è possibile e accettata, ma non consente di figurare nella classifica di tal Combinate, consente solo di entrare nella classifica di tappa. Vedi regolamento

NUMERO GARA? Il numero di gara è assegnato di volta in volta, a ogni gara, di volta in volta, numero nuovo

VISITA MEDICA SPORTIVA? Cosa che serve e è indispensabile per chiara normativa in merito alla pratica dello sport del podismo. Non distingue competitivi o non competitivi, ma distingue i praticanti la corsa a piedi abitudinari dai praticanti la corsa a piedi occasionali.

SQUADRA? Questa è cosa che è altro ulteriore valore aggiunto alle gare del Torneo e è cosa che prevede un premio di tappa e un premio finale. Esempio? premio alle prime tre squadre risultanti dalla Combinata Rainbow finale. Si assegnano, a ogni tappa, delle buste valore, valore in sintonia con l’andazzo del numero degli atleti presenti nella classifica di tappa. Inoltre, si assegnano primo posto 3000€, 2° posto 2000€, 3° posto 1000€, questo a fine anno, se ci sta l’andazzo giusto. Vedi regolamento 2019.

SQUADRE NOME DI FANTASIA? Non si accetta nome della squadra se nome già usato in altri comitati o che è riconducibile a altri calendari podistici. Il motivo, anzi, sono tre, erano stati tutti e tre spiegati a suo tempo. Uno, legato alla cattiveria e a ingiustizia subita da runningadventure. L’altro, legato al non sottomettersi alla logica della squadra potente, alla pretesa del vincere facile di qualche Majors Squadra. Quell’altro ancora, per evitare alcune polemiche, poi state chiarite, che erano sorte in passato con i presidenti di alcune squadre, nel senso che, in passato, qualche atleta figurava in classifica con nome di squadra che non era quella che aveva tessera Fidal

COSA SONO LE COMBINATE? Sono gruppi di gare che generano una loro specifica classifica.

COSA SONO I PUNTEGGI? I punteggi servono a dare un valore ai parametri che sono stati introdotti quest’anno. Parametri che si guardano e servono al momento di stilare le varie classifiche. Vedi regolamento 2019.

CI SONO LE CATEGORIE IN BASE AGLI ANNI? Anche per il 2019, per le premiazioni di tappa, sono state previste alcune categorie M/F, e sono: A) fino a 38 anni, B) fino a 48 anni, C) fino a 58 anni, D) dai 59 anni in su. Poi, ci stanno altre premiazioni: Podio M/F, poi, M/F più su di età, poi, M/F arrivati da più lontano, poi, M/F ultimi al traguardo entro tempo massimo, poi. M/F primi dei partecipanti locali. Infine, anche diversi premi a sorteggio

COSA VUOL DIRE PREMI? A ogni tappa sono previsti premi, sia alla squadra, ma anche ai singoli. Sia di merito, ma anche a sorteggio. A fine anno sono previsti n°33 premi Rainbow Individuale + n°33 premi individuali in Combinata 10X33 (dove dieci è il numero delle dieci gare con punteggio più alto fatto registrare dall’atleta, e trentatre, il numero degli atleti premiati a fine anno) + le altre e eventuali Classifiche Combinate, in queste altre Combinate, premiati i primi dieci. Inoltre, da non dimenticare, le tre buste valore della Rainbow a Squadre. Queste premiazioni, dentro alla festa di fine anno, dove i festeggiati, logico, sono gli Amici che hanno partecipato più spesso, sono i Volontari di Servizio Gara, sono chi ha dato una mano nelle innumerevoli fasi che ci stanno dentro e che sono indispensabili per far viaggiare al meglio la macchina del Torneo. Beh, una volta era la macchina, adesso? adesso, spero diventi il pullman. Vedi regolamento.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Se prosegui nel sito accetti i cookie nostri e di terze parti. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi